HomeWorldLa sentenza britannica sull'estradizione di Assange "ripristina il gioco" Cosa è successo...

La sentenza britannica sull’estradizione di Assange “ripristina il gioco” Cosa è successo dopo? | Notizie su Julian Assange

Gli esperti legali hanno espresso speranza e cautela dopo che una sentenza dell’Alta Corte di Londra questa settimana ha consentito al fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, di presentare ricorso contro la sua estradizione negli Stati Uniti.

“I giudici hanno valutato che le questioni sollevate dal team legale di Assange avevano sufficiente valore legale per essere adatte al giudizio della Corte d’Appello”, ha detto ad Al Jazeera Donald Rothwell, professore di diritto internazionale presso l’Università Nazionale Australiana.

“Non sono giunti ad una conclusione in alcun modo riguardo ai loro meriti, c’erano solo domande appropriate per determinarli ulteriormente.”

La squadra di Assange dice che potrebbe affrontare un processo ingiusto o la pena di morte se venisse estradato.

Rothwell ha detto che la decisione di lunedì non garantisce protezione dall’estradizione, né significa che la corte abbia accettato tali argomentazioni. Ma c’è stata una vittoria ribaltando la sentenza del 26 marzo, che avrebbe consentito l’estradizione.

“L’unica ‘vittoria’ per Assange qui è che gli è stato concesso il permesso di ricorrere in appello”, ha detto Rothwell.

La Corte Suprema ha richiesto assicurazioni scritte al tribunale della Virginia dove Assange sarà processato che un cittadino australiano avrà gli stessi diritti di un cittadino americano ai sensi del Primo Emendamento, che protegge la libertà di espressione e la libertà di stampa.

Nella sua decisione formale, il giudice Jeremy Johnson ha dichiarato: “Se verranno fornite garanzie, daremo alle parti l’opportunità di presentare ulteriori osservazioni prima di prendere una decisione definitiva sulla richiesta di autorizzazione al ricorso”.PDF) puntuale.

Il giudice Johnson è stato uno dei due giudici che hanno emesso la decisione di lunedì accogliendo l’appello, insieme al giudice Victoria Sharp.

READ  Il procuratore distrettuale di New York convoca un gran giurì per un'indagine penale su Trump | Donald Trump

“[The decision] “Questo ripristina il gioco”, ha affermato Andreas Takis, avvocato per i diritti umani e presidente dell’Associazione greca per i diritti umani, un organismo non governativo.

“Questa potrebbe essere una piccola vittoria ma apre possibilità cruciali – perché Assange dà l’impressione di essere un messaggero dei diritti umani e non un attore dannoso contro gli interessi degli Stati Uniti”, ha detto Takis ad Al Jazeera.

“Il fatto che gli Stati Uniti non fossero disposti a fornire garanzie scritte ha reso i giudici britannici scettici nei loro confronti [Assange’s] Casseruola.”

La moglie di Assange, Stella, ha accolto con favore la notizia.

“Come famiglia ci sentiamo sollevati, ma quanto potrà durare?” Lei disse. “Questo caso è vergognoso e ha un impatto devastante su Julian”.

Lei e gli amici di Assange hanno detto che resistere all’estradizione, prima dall’ambasciata ecuadoriana a Londra per sette anni, poi dal carcere di massima sicurezza di Belmarsh per altri cinque anni, era una punizione sufficiente.

“Ci sarà un nuovo appello, poi un altro appello, poi un altro appello, ma lui resta in carcere e potrebbe essere sepolto a vita semplicemente per aver rivelato crimini di guerra, torture e esecuzioni extragiudiziali”, ha detto ad Al la giornalista investigativa Stefania Morisi. Jazeera.

Maurizi ha lavorato su tutti i documenti riservati di WikiLeaks, in collaborazione con Assange e WikiLeaks dal 2009.

“I media partner come me, che hanno pubblicato le stesse rivelazioni, non sono stati messi in prigione e nemmeno interrogati dalle autorità statunitensi o britanniche. Come spiegano le autorità statunitensi e britanniche questo doppio standard?” Lei disse.

Cosa ha fatto Assange?

I tribunali britannici hanno esitato sull’opportunità di estradare Assange negli Stati Uniti.

READ  La Casa Bianca respinge le richieste di dimissioni del Segretario della Difesa americano Notizie di politica

Nel gennaio 2021 un giudice britannico ha stabilito che Assange non avrebbe dovuto essere estradato perché probabilmente avrebbe posto fine alla sua vita in un isolamento quasi completo.

Ma Assange venne estradato l’anno successivo per affrontare 17 accuse di spionaggio, che potevano comportare una pena fino a 175 anni di prigione.

Le accuse derivano dalla pubblicazione da parte di Assange nel 2010 di centinaia di migliaia di pagine di documenti militari statunitensi classificati sul sito WikiLeaks.

I dossier hanno ricevuto un’ampia copertura da parte dei media occidentali e hanno rivelato prove di ciò che molti considerano crimini di guerra commessi dalle forze statunitensi in Iraq e Afghanistan.

Includono un video di un attacco con un elicottero Apache nel 2007 a Baghdad che uccise 11 persone, tra cui due giornalisti che lavoravano per l’agenzia di stampa Reuters.

Gli avvocati di Assange affermano che ha lavorato come editore di documenti di intelligence trapelati e dovrebbe avere i diritti e le libertà garantiti dal Primo Emendamento.

Il governo degli Stati Uniti afferma che ha fatto di più – ha cospirato per rubare informazioni riservate e danneggiare gli interessi statunitensi all’estero – e merita di essere perseguito ai sensi dell’Espionage Act del 1917.

Il rappresentante legale degli Stati Uniti James Lewis ha affermato che il Primo Emendamento non proteggerà Assange.

“Nessuno, né i cittadini americani né quelli stranieri, hanno il diritto di fare affidamento sul Primo Emendamento per rilasciare informazioni sulla difesa nazionale ottenute illegalmente che menzionano fonti innocenti, esponendole così a un rischio grave e imminente di danno”, ha detto Lewis questa settimana. .

Molti esperti di libertà di espressione ritengono che gli Stati Uniti dovrebbero far cadere le accuse, tra cui Jamil Jaafar, professore di diritto internazionale alla Columbia University.

READ  Donna "fortunata" trovata all'interno di un uovo in acque poco profonde sulla spiaggia

Jaafar ha detto ad Al Jazeera: “Mettere Assange sotto processo per aver pubblicato informazioni riservate avrà profonde implicazioni per la libertà di stampa, perché pubblicare informazioni riservate è ciò che i giornalisti e le testate giornalistiche spesso devono fare per denunciare gli illeciti commessi dal governo”.

Jaafar ha affermato che le accuse non dimostrano l’intenzione di danneggiare gli Stati Uniti, né riconoscono i benefici che gli Stati Uniti hanno apportato attraverso la divulgazione.

Takis ha affermato che l’esitazione dei tribunali britannici riguardo all’estradizione è parte di una tensione politica più profonda, tra i conservatori pro-Brexit che vogliono che la Gran Bretagna dichiari la propria indipendenza dal sistema giudiziario europeo e coloro che la vedono come una garanzia dei diritti umani.

“Vediamo che i tribunali britannici aderiscono a un senso di giustizia continentale, come il Consiglio d’Europa a Strasburgo, piuttosto che alla tendenza britannica a prendere le distanze”, ha detto Takis.

Gli Stati Uniti sembrano associare la giustizia alla cittadinanza. Il fatto che gli Stati Uniti non fossero disposti a fornire garanzie scritte ha reso i giudici britannici scettici nei loro confronti [Assange’s] Casseruola. Questo caso potrebbe ora concludersi a Strasburgo dove potremmo vedere una forte difesa nel rispetto dei diritti europei.

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News