SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

La Parata delle Nazioni alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020 non era fuori uso. Ecco perché

Ogni quattro anni, o cinque anni in questo caso eccezionale, inizia la cerimonia di apertura giochi Olimpici.

E ogni volta, la nazione ospitante darà la sua svolta al procedimento – pensa a Total Australia in mostra a Sydney 2000.

Ma c’è sempre una costante, e non è mai costante, per un’ottima ragione: la processione degli stati è organizzata in un ordine in gran parte determinato dalla lingua madre del paese ospitante.

La Grecia entra per prima come tradizionale eccezione alla regola, essendo la tradizionale sede dei Giochi Olimpici.

Ma prima che la nazione ospitante entri vittoriosa come ultima delegazione, le squadre rimanenti si uniscono allo spettacolo in modo apparentemente casuale.

Ma l’inglese viene utilizzato solo per determinare la classifica quando i Giochi Olimpici si svolgono in un paese di lingua inglese.

Altrimenti, come è avvenuto a Tokyo, i delegati sono classificati in base ai loro nomi nella lingua madre del paese ospitante.

Per questo motivo, il paese che ha avuto l’onore di seguire la Grecia e la squadra olimpica dei rifugiati nello stadio non è stato l’Afghanistan, ma l’Islanda di tutti i paesi.

In giapponese, l’Islanda è scritta Aisurando, diventando così la prima in ordine alfabetico.

Lo Yemen ha anche ricevuto una spinta in classifica dal suo solito posto incuneato tra Vietnam e Zambia.

Le compagnie di bandiera australiane Patty Mills e Kate Campbell hanno guidato una delegazione di 63 persone, classificata al 36° posto, a causa dell’ortografia giapponese Ōsutoraria.

Notevoli modifiche all’organizzazione della cerimonia di apertura di Tokyo 2020

  • Islanda terzo posto
  • Quarta Irlanda
  • Settimo Emirati Arabi Uniti
  • Yemen 16
  • Uganda 23
  • Gran Bretagna, 27
  • Australia, 36° posto
READ  La polizia schiera le forze in Kashmir dopo che il leader separatista Syed Ali Shah Gilani è stato ucciso a Srinagar
I portabandiera Kate Campbell e Patty Mills del Team Australia guidano la loro squadra durante la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.
I portabandiera Kate Campbell e Patty Mills del Team Australia guidano la loro squadra durante la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. credito: patrizio fabbro/Getty Images
  • Oman, 38
  • Paesi Bassi 39
  • Canada 45
  • Cina 110
  • Danimarca, 114
  • Nuova Zelanda, 128
  • Bahamas, 136
  • Belgio, 141
  • Samoa americane, 156
  • Messico, 182
  • Francia 205