SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Italia e Francia necessitano del permesso COVID-19 per attrazioni turistiche e ristoranti

Poiché il numero di casi di COVID-19 in tutto il mondo continua ad aumentare rapidamente a causa dell’emergere della variante delta altamente trasmissibile, alcuni governi stanno adottando misure drastiche per proteggere i propri cittadini.

Ad esempio, all’inizio di questa settimana, il parlamento francese ha approvato un decreto che richiede alle persone di ottenere immediatamente una sorta di permesso COVID-19 per visitare musei, siti culturali come la Torre Eiffel e persino cinema. Un decreto simile è stato approvato in Italia questa settimana, anche se non entrerà in vigore fino ad agosto.

Francia

All’inizio di questa settimana, la Francia ha segnalato 18.000 nuovi casi di COVID-19 in poco più di 24 ore. Di questi casi, il 96 percento delle persone non era vaccinato, ovvero FRANCIA 24 condizione rapporti.

“Ciò significa che abbiamo avuto un aumento della diffusione del virus di circa il 150 per cento nell’ultima settimana”, ha detto il ministro della Sanità Olivier Veran al parlamento francese quando è iniziato il dibattito sulle regole più severe. “Non l’abbiamo mai visto prima.”

Il parlamento francese ha approvato il decreto, che è il primo passo di una nuova campagna per proteggere il Paese da quello che il governo definisce un aumento “stratosferico” dei contagi.

Con effetto immediato, i visitatori avranno bisogno del cosiddetto corsia sana – o una tessera sanitaria – per andare alla Torre Eiffel, visitare il Louvre o altri musei, vedere un film o anche assistere a un evento sportivo in Francia. Per ottenere il pass, le persone devono fornire la documentazione che dimostri che sono state completamente vaccinate contro COVID-19, hanno un test del virus negativo o si sono recentemente riprese dall’infezione.

READ  Weirdwave presenta al cinema il film italiano di Martin Eden sulla vita di Jack London

Il presidente Emmanuel Macron ha annunciato in un discorso televisivo che da agosto sarà richiesta anche una tessera sanitaria in tutti i ristoranti, caffè e centri commerciali in Francia.

Italia

Poiché l’Italia sta affrontando un aumento dei casi di COVID-19, il suo governo questa settimana ha anche emesso un decreto che richiede alle persone di ottenere una carta COVID per frequentare luoghi tra cui palestre, musei, cinema, ristoranti al coperto ed eventi sportivi. Questi pass verdi entreranno in uso il 6 agosto, secondo l’Associated Press condizione rapporti.

Il primo ministro Mario Draghi ha affermato che l’attuazione di questo requisito è necessaria per “mantenere aperta l’attività economica” in quanto consentirebbe alle persone di uscire “assicurandosi che non saranno accanto a persone infette”.

Per richiedere la carta verde, che può essere scaricata, le persone devono fornire la documentazione che dimostri di aver ricevuto almeno una dose del vaccino COVID-19 negli ultimi nove mesi, di essere guariti da un’infezione negli ultimi sei mesi o di aver risultato negativo nelle 48 ore precedenti. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha affermato che quasi 40 milioni di persone in Italia hanno già scaricato una carta verde.

Sapere prima di andare

secondo Per Our World in Data, 28,1 milioni di persone in Italia sono state completamente vaccinate, ovvero il 46,6 per cento della popolazione. In Francia, 29,4 milioni di persone sono state completamente vaccinate, ovvero il 43,8 per cento della popolazione del paese.

Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) spiegare Che l’Italia ha un “alto livello di COVID-19”. Data la situazione attuale, il CDC rileva che tutti i viaggiatori in Italia “potrebbero essere a rischio di acquisire e diffondere varianti di COVID-19”.

READ  Le migliori cose da fare a Toronto questo fine settimana: 23-25 ​​luglio

Il CDC osserva che anche la Francia ha un “livello elevato di COVID-19”. Ancora una volta, data la situazione attuale, il CDC avverte che tutti i viaggiatori in Francia “potrebbero essere a rischio di contrarre e diffondere il virus COVID-19”.