In Cina è in fase di sviluppo un piccolo acceleratore di particelle che può espandere “tremendamente” la comprensione umana dei misteri della vita e dell’evoluzione

Gli scienziati dell’Istituto di ottica e micromeccanica di Shanghai hanno creato il primo acceleratore di particelle compatto in grado di alimentare un laser a elettroni liberi, comunicazione Venerdì scorso l’Accademia cinese delle scienze (Acc).

Il dispositivo consente l’esame della materia a livello di molecole e atomi e promette di fornire “progressi in varie discipline, come fisica, chimica, biologia strutturale, medicina, scienza dei materiali, energia e ambiente”, afferma l’organismo. .

“Le proprietà del laser a elettroni liberi, comprese le velocità di risoluzione molto elevate rispetto al tempo e allo spazio e l’altissima luminosità, consentono di ottenere immagini 3D e multimodali di materiali ad altissima risoluzione”, ha affermato Wang Wentao , uno della squadra.

“Probabilmente l’applicazione della tecnologia” […] Espande significativamente la comprensione umana del mistero della vita e dell’evoluzione degli organismi viventi.”

Sebbene il laser a elettroni liberi in sé non sia nuovo ed è stato sintetizzato e utilizzato per scopi di ricerca, i suoi progetti precedenti prevedevano l’uso di enormi acceleratori, tra 300 e 3400 metri. Al momento, ci sono solo otto di questi dispositivi nel mondo. Gli scienziati dicono che il drastico declino potrebbe renderli ancora più famosi.

“Abbiamo testato la fattibilità del nuovo percorso tecnico utilizzando un acceleratore laser di elettroni, con una capacità di accelerazione molto elevata, e ridotto le dimensioni della struttura da 1 km a 12 metri”, sottolinea Leng Yuxin, vicedirettore dell’istituto.

I dettagli del design sono descritti in un articolo pubblicato La scorsa settimana sulla rivista Nature.

READ  Rivelata la roadmap assicurativa del Nuovo Galles del Sud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto