SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Il tasso di inflazione in Australia può aumentare in modo significativo con l’aumento dell’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti

Grandi notizie dagli Stati Uniti. Il tasso di inflazione era del 5,4%. Livello incredibile. Come mostra il grafico seguente, i prezzi al consumo negli Stati Uniti stanno aumentando al tasso più veloce da oltre un decennio. Le auto usate e l’energia sono la causa principale del sollevamento.

Relazionato: Previsione terrificante per i debitori dei mutui

Parte di questo è temporaneo, a causa del fatto che i prezzi erano più bassi in questo periodo l’anno scorso. Ma gli economisti pensano che parte di esso potrebbe essere qui per restare.

L’America spesso precede l’Australia e presto potremmo anche affrontare un’inflazione più elevata. I bassi tassi di interesse che hanno contribuito a risollevare l’economia australiana da una recessione pandemica sono come una secca riacutizzazione dell’inflazione. La spesa pubblica record sta alimentando il fuoco.

L’inflazione è causata da troppi soldi che inseguono troppo pochi beni: quando le persone possono prendere in prestito liberamente, la quantità di denaro che insegue quei beni aumenta e le aziende possono aumentare i prezzi

correlazione dei prezzi delle case

Quando parliamo di inflazione, dovremmo sempre parlare di tassi di interesse. I due vanno insieme. La Reserve Bank of Australia monitora l’inflazione e cerca di controllarla modificando i tassi di interesse. Quando alzano i tassi di interesse, significa che stanno cercando di abbassare l’inflazione rendendo più costoso prendere in prestito denaro.

Quando abbassano i tassi di interesse, cercano di aumentare un po’ l’inflazione rendendo più conveniente il prestito.

Stanno cercando di mantenere l’inflazione in un intervallo ristretto tra il 2% e il 3% all’anno (la maggior parte di loro ci è riuscita di recente, come mostra il grafico seguente).

READ  Riprende la seconda nave Costa Cruise

Relazionato: “Nessuna idea”: il record dell’economia australiana è condannato

Relazionato: Perché i tassi di interesse potrebbero dover aumentare prima?

E quando parliamo di tassi di interesse, dovremmo parlare di prezzi delle case. I prezzi delle case australiane sono recentemente entrati nella stratosfera. Questo perché puoi prendere in prestito un milione di dollari o due con un interesse del 2%. Ma cosa accadrà al debito immobiliare di $ 1,9 trilioni se i tassi iniziano a salire?

La politica dei tassi di interesse australiana funziona in diversi modi. Quando i tassi sono bassi, scatena quattro effetti principali.

1. I pagamenti dei mutui diminuiscono, lasciando le persone con più reddito disponibile.

2. Il dollaro australiano è in calo, il che semplifica la vita ai nostri esportatori e aumenta il costo delle importazioni.

3. È più economico prendere in prestito, incoraggiando gli individui e le imprese a prendere in prestito per spendere soldi.

4. Aumenta i prezzi delle case, il che fa sentire gli australiani più ricchi.

Tutti questi effetti incoraggiano la spesa, motivo per cui utilizziamo le politiche dei tassi di interesse per cercare di rafforzare l’economia. Tassi di interesse più bassi ci danno una maggiore crescita economica e una minore disoccupazione. Abbiamo bisogno di tutto l’aiuto che possiamo ottenere in questo momento perché la maggior parte del paese è in profondo blocco.

Ma tutta la spesa causata dai bassi tassi di interesse può anche portare all’inflazione. Gli aumenti dei tassi di interesse tendono a seguire la scia dell’inflazione

La Reserve Bank of Australia ha affermato che i tassi di interesse non aumenteranno fino al 2023 o 2024. Ma la Nuova Zelanda si sta preparando ad aumentare i tassi di interesse quest’anno, a seguito dell’aumento dei prezzi delle case in quel paese.

READ  I punti salienti dell'economia creativa nel forum online del Times

Se l’inflazione aumenta in Australia, la Reserve Bank of Australia sarà costretta a fare lo stesso. Questo sarà un momento volatile per i prezzi delle attività – dopo tutto, anche gli attuali massimi record nel mercato azionario devono la loro esistenza ai bassi tassi di interesse.

E credetemi, non ci piacerebbe se i prezzi aumentassero del 5,4% all’anno. Agli australiani piace lamentarsi dell’inflazione quando un prodotto sale del 5% (come l’elettricità), anche se i prezzi di altre cose scendono contemporaneamente (vestiti, computer e televisori sono buoni esempi).

Se l’inflazione media è del 5%, ciò significa che alcune cose aumenteranno dell’1% e altre aumenteranno del 9%. Si sentirebbe davvero male.

L’esperienza americana è un avvertimento per noi. Ci stiamo godendo il lato economico della nostra follia di spesa in questo momento, ma dovremmo stare attenti a ciò che segue.

Jason Murphy economista | Tweet incorporato. È l’autore del libro incentivi.