Il successo della conversione dell’anidride carbonica in ossigeno è la chiave per i viaggi spaziali

Il cosmologo e astrofisico ANU Dr. Brad Tucker ha detto che l’esperimento riuscito su Marte per convertire l’anidride carbonica in ossigeno respirabile è “un grande passo nella giusta direzione” per l’esplorazione spaziale. Ha detto a Sky News: “È stato davvero uno degli strumenti principali della perseveranza. Abbiamo sentito parlare molto della creatività e di questo drone, ma la perseveranza è davvero iniziata nel lavoro”. Il dottor Tucker ha affermato che la maggior parte dell’atmosfera marziana è costituita da anidride carbonica che può supportare la vita vegetale ma non quella umana e le quantità richieste non possono essere trasportate attraverso i viaggi spaziali. “Ovviamente, abbiamo bisogno di ossigeno per respirare e non vuoi portare con noi tutto l’ossigeno di cui hai bisogno per supportare gli esseri umani su Marte. È molto complicato e molto costoso”. “Se riesci a convertirlo in ossigeno, è fantastico, quindi sono in grado di produrre cinque grammi di ossigeno, e non sembra molto, ma è sufficiente per circa 15 minuti di respirazione umana”. Il dott. Tucker ha affermato che la conversione dell’ossigeno aiuterebbe anche con “il carburante per missili e la generazione di energia” e non solo preserverebbe la vita umana. “Il fatto che ci sia riuscita e che siano stati in grado di farlo in modo relativamente rapido e con successo le aprirà la strada per farlo sempre di più”.

READ  Il telescopio spaziale Kepler della NASA ha scoperto cinque pianeti con un doppio sole che potrebbe supportare la vita nello spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto