Il Segretario per l’Ambiente di WA approva una componente importante del progetto Woodside LNG da 16 miliardi di dollari proposto

Il ministro dell’ambiente dell’Australia occidentale ha approvato una parte importante dello sviluppo da 16 miliardi di dollari del gigante del petrolio e del gas Woodside.

Woodside propone di sviluppare il giacimento di gas offshore di Scarborough, a circa 375 chilometri a ovest-nordovest della penisola di Borough, a nord del Karratha, e di iniziare la produzione di gas tra il 2023 e il 2025.

Prevede di pompare il gas attraverso un gasdotto sottomarino che collega il giacimento di gas all’impianto di Woodside LNG Pluto nella penisola di Burup per elaborare il gas per l’esportazione.

La maggior parte del gasdotto scorre nelle acque del Commonwealth, ma 32,7 chilometri nelle acque statali.

L’Agenzia statale per la protezione dell’ambiente (EPA) ha dato l’approvazione a Woodside, in qualità di operatore della joint venture, per costruire questa sezione “vicino alla costa” delle acque statali da collegare alla struttura di Plutone.

Infrastrutture di pompaggio del gas su larga scala comprese torri e silos situati su una penisola con rocce rosse e oceano blu nelle vicinanze
Il giacimento di gas si trova a circa 375 chilometri dalla penisola di Burup.(

fornito

)

Il documento è stato firmato dal segretario all’Ambiente Amber Jade Sanderson.

Una portavoce di Sanderson ha dichiarato in una dichiarazione che l’approvazione è soggetta a una serie di condizioni.

Condizioni incluse: piani di gestione ambientale per ridurre al minimo e monitorare l’impatto sulla fauna marina e sulle barriere coralline; piano globale per la gestione del patrimonio culturale; Che il gasdotto dovrebbe essere costruito parallelamente e vicino al gasdotto esistente.

“La proposta è soggetta a più periodi di consultazione pubblica da parte dell’EPA, compreso un periodo di un mese nella fase del documento di revisione ambientale durante il 2019”, ha affermato la portavoce.

Woodside dovrebbe prendere una decisione definitiva sull’investimento entro la fine dell’anno.

Approvazione di una pietra miliare normativa: Woodside

In una dichiarazione, l’amministratore delegato ad interim di Woodside, Meg O’Neill, ha affermato che l’approvazione è stata un “importante traguardo normativo”.

“Ora abbiamo le approvazioni ambientali preliminari dal Commonwealth e dallo stato per sostenere la decisione finale di investimento per lo sviluppo di Scarborough”, ha affermato.

Il gas di Scarborough contiene anidride carbonica in un piccolo serbatoio.

Bagliore di GNL che esce dal mucchio.
Woodside suggerisce di avviare la produzione di gas nel sito tra il 2023 e il 2025.(

Reuters

)

“Combinati con l’adozione della migliore tecnologia disponibile comprovata nella progettazione di Pluto Train 2, questi sviluppi saranno tra le fonti di GNL a più basse emissioni di carbonio al mondo per i clienti di Woodside nell’Asia settentrionale”.

La signora O’Neill ha affermato che sono state completate “ampie consultazioni con le parti interessate” sulla proposta near-shore, inclusa una revisione pubblica di quattro settimane della bozza del piano di gestione del dragaggio e dello smaltimento.

Ha affermato che l’estrazione e il trattamento del gas del giacimento di Scarborough nelle acque del Commonwealth sono state valutate e accettate separatamente dalla National Petroleum Safety Management and Marine Environment Authority nel marzo 2020.

Il Consiglio per la Conservazione critica l’approvazione

Il Washington State Conservation Council (CCWA) ha criticato l’approvazione del vicino gasdotto, affermando che accelererebbe i cambiamenti climatici, danneggerebbe l’area più ricca di biodiversità marina dello stato e danneggerebbe un patrimonio culturale unico.

Ha indicato che l’approvazione arriva solo giorni dopo Il Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) ha emesso un “codice rosso” che avverte che l’uso di carbone, petrolio e gas deve essere drasticamente ridotto per prevenire gli effetti più dannosi del cambiamento climatico..

“Il progetto del gasdotto offshore prevede l’esplosione e il dragaggio di chilometri di fondale marino e lo scarico di milioni di tonnellate di barriere coralline e rocce frantumate nell’arcipelago di Dampier, l’area più ricca di biodiversità marina dell’Australia occidentale”, ha affermato Piers Verstegen, direttore esecutivo della CCWA.

Rocce rosse in primo piano con un impianto a gas in una zona rurale nella parte posteriore con una fiamma di torcia.
Woodside ha elogiato l’approvazione, definendola una “pietra miliare organizzativa”.(

fornito

)

“Una revisione tecnica indipendente del progetto ha rilevato che la costruzione del gasdotto rappresenta un rischio significativo di lesioni e morte per la vita marina protetta, tra cui tartarughe, delfini e dugonghi.

“Le operazioni di pipeline rischiano anche gravi impatti sulle megattere migratrici”.

Ha detto che gli appelli contro l’approvazione del gasdotto hanno anche sollevato preoccupazioni sugli impatti sul patrimonio culturale sottomarino, compresa l’arte rupestre creata migliaia di anni fa, quando il livello del mare era più basso.

READ  Gestire l'intelligenza artificiale in Italia - Blog sulle politiche dell'UE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto