SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ordinato una revisione delle origini di COVID nel mezzo di un dibattito sulla teoria delle perdite di laboratorio

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ordinato ai suoi assistenti di determinare l’origine della pandemia di coronavirus, affermando che le agenzie di intelligence statunitensi stanno perseguendo teorie concorrenti tra cui un possibile incidente di laboratorio in Cina.

Le agenzie di intelligence stavano studiando due possibili scenari, ma mancavano ancora di una forte fiducia nelle loro conclusioni e stavano discutendo ferocemente, il che è più probabile. Il signor Biden ha detto in una dichiarazione.

Le conclusioni sono state dettagliate in un rapporto a Biden, che a marzo ha chiesto al suo team di spiegare in dettaglio se il nuovo coronavirus “derivasse dal contatto umano con un animale infetto o da un incidente di laboratorio”.

L’insolita rivelazione pubblica di Biden sulle valutazioni private e inconcludenti dell’intelligence statunitense ha rivelato un intenso dibattito all’interno della sua amministrazione su dove ha avuto origine il nuovo coronavirus.

Ha anche dato credito a una teoria secondo cui il virus potrebbe essere emerso da un laboratorio di ricerca cinese piuttosto che dalla natura.

La pandemia ha ucciso più di tre milioni di persone in tutto il mondo.

L’origine del virus è ancora oggetto di controversia tra gli esperti. I primi casi noti sono comparsi nella città centrale cinese di Wuhan nel dicembre 2019.

I membri del team dell'OMS se ne vanno dopo aver visto una mostra su COVID-19 a Wuhan.
I critici sostengono che il lavoro della squadra investigativa dell’OMS a Wuhan è stato ostacolato dal governo cinese. (

AP: Han Guan

)

In un rapporto pubblicato a marzo e scritto insieme a scienziati cinesi, un team guidato dall’Organizzazione mondiale della sanità che ha trascorso quattro settimane a Wuhan e dintorni a gennaio e febbraio ha affermato che il virus potrebbe essere passato dai pipistrelli all’uomo tramite un altro animale. . “

La frustrazione di Washington è aumentata nelle ultime settimane per quella che considera una cooperazione insufficiente da parte della Cina nell’indagine internazionale.

Biden ha dichiarato: “Ora ho chiesto alla comunità dell’intelligence di raddoppiare gli sforzi per raccogliere e analizzare informazioni che potrebbero portarci più vicini al raggiungimento di una conclusione finale e di riferirmi entro 90 giorni”.

Come parte di questo rapporto, ha richiesto aree di ulteriori indagini che potrebbero essere necessarie, comprese domande specifiche per la Cina.

L’OMS chiede il rinnovo delle indagini

Le agenzie statunitensi hanno monitorato le origini del COVID-19 da quando il governo si è reso conto per la prima volta che il virus rappresentava un grave rischio per la salute all’inizio degli anni ’20.

All’inizio di questa settimana, fonti del governo degli Stati Uniti hanno affermato che un rapporto dell’intelligence statunitense ancora classificato circolante durante l’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump ha affermato che tre ricercatori dell’Istituto cinese di virologia di Wuhan hanno contratto la malattia nel novembre 2019 al punto che hanno cercato assistenza medica.

La fonte di queste prime informazioni o l’affidabilità della sua valutazione da parte delle agenzie statunitensi è sconosciuta.

Una delle fonti ha affermato che non era ancora chiaro se i ricercatori infetti fossero stati ricoverati in ospedale o quali fossero i loro sintomi.

I comitati di intelligence sia al Senato che alla Camera dei Rappresentanti stanno indagando su come le agenzie statunitensi stiano riportando e raccogliendo informazioni sull’origine del COVID-19, su come si sta diffondendo e su come i governi stanno rispondendo ad esso.

Un uomo della sicurezza espelle i giornalisti dell'Istituto di virologia di Wuhan
Il team di investimento dell’OMS ha visitato l’Istituto di virologia di Wuhan a febbraio.(

AP: Han Guan

)

Un rapporto pubblicato dal Republican House Intelligence Committee all’inizio di questo mese si è concentrato specificamente sull’Istituto di virologia di Wuhan.

Il rapporto repubblicano ha confermato che “importanti prove circostanziali sollevano serie preoccupazioni sul fatto che l’epidemia di COVID-19 potrebbe essere stata una fuga di notizie” dall’istituto, e ha indicato che il laboratorio di Wuhan era coinvolto nella ricerca sulle armi biologiche e che Pechino aveva tentato di coprire ” su “le origini del virus.

I repubblicani del Senato mercoledì hanno interrogato il capo specialista in malattie infettive della nazione, Anthony Fauci, sulla sua posizione sull’origine del virus COVID-19 e sui precedenti finanziamenti del governo degli Stati Uniti per la ricerca presso l’Istituto di virologia di Wuhan.

Il senatore della Florida Marco Rubio ha chiesto al dottor Fauci: “Perché la teoria delle perdite di laboratorio è stata respinta come affidabile?”

Il dottor Fauci ha insistito sul fatto che non ha mai rifiutato la teoria, ma ha detto che lui e la maggior parte degli altri nella comunità scientifica credono che ci sia “un’alta probabilità che questo sia un evento naturale da un ambiente di riserva animale che non abbiamo ancora identificato”.

“Insisto ancora su questo”, ha detto.

Ma ha continuato a sostenere ulteriori indagini, “perché nessuno, me compreso, sa al 100% qual è l’originale”.

Washington ha chiesto all’Organizzazione mondiale della sanità di aprire una seconda fase della sua indagine sull’origine del virus Corona.

Il direttore delle emergenze dell’OMS Mike Ryan ha dichiarato mercoledì a Ginevra che si aspettano di fornire un aggiornamento sui prossimi passi proposti “nelle prossime settimane”.

La delegazione cinese presso l’Organizzazione mondiale della sanità ha detto martedì di aver invitato “tutte le parti” ad “adottare un atteggiamento aperto e trasparente” per cooperare con i tentativi dell’Organizzazione mondiale della sanità di risalire all’origine del virus.

Reuters

READ  Feste religiose, cremazioni ed epidemie