HomeTop NewsIl Gruppo Prada promuove il prodotto 'Made in Italy'

Il Gruppo Prada promuove il prodotto ‘Made in Italy’

Il maglificio del Gruppo Prada a Torgiano, in Italia, ha attirato l’attenzione mentre gli accoglienti cardigan Prada e le minigonne Miu Miu all’uncinetto hanno abbellito le passerelle dell’autunno 2024.

Inaugurato il 7 maggio dall’Amministratore Delegato del Gruppo Prada, Andrea Guerra, e dal Direttore Marketing e Responsabile CSR del Gruppo Prada, Lorenzo Bertelli, l’ampliamento del centro di maglieria di Torgiano rappresenta una pietra miliare nella crescita industriale e nel percorso di sostenibilità del Gruppo Prada.

Raddoppiando la capacità produttiva della struttura e impiegando più di 200 persone locali, principalmente donne, Prada rafforza il suo impegno di lunga data a favore dell’artigianato Made in Italy e coltiva la prossima generazione di artigiani.

All’evento inaugurale, l’Amministratore Delegato Andrea Guerra ha descritto l’evoluzione dello stabilimento di Torgiano come simbolo della crescita del Gruppo in Italia nel corso degli anni. “Il Gruppo ha sviluppato una rete aperta di relazioni e collaborazioni intelligenti, combinando artigianato e scala per portare innovazione sostenibile sul mercato”, ha affermato Guevara.

Da sinistra, Lorenzo Bertelli, Ferruccio Di Bortoli e Andrea Guerra assistono all’inaugurazione del Centro Maglieria Torgiano a maggio. Immagine: Prada

Questa strategia produce chiaramente risultati. Nel primo trimestre del 2024, il Gruppo Prada ha registrato una crescita delle vendite al dettaglio del 18% su base annua, il 13° trimestre consecutivo di crescita, nonostante la volatilità del mercato del lusso.

Mentre altri colossi del lusso combattono i crolli delle vendite e i problemi della catena di fornitura, l’ambiziosa strategia di Prada per la creazione di valore sostenibile, combinata con la sua passione per il dialogo culturale e la promozione del cambiamento, le conferisce un vantaggio competitivo in un mercato turbolento.

Oltre al successo nelle vendite, Guevara ha affermato: “Abbiamo compiuto progressi significativi nell’evoluzione del gruppo, un viaggio che abbraccia ogni aspetto dell’azienda e aiuta i nostri marchi a mantenere la loro rilevanza in una società in cambiamento”.

READ  La gigantesca statua dell'imperatore romano fu riunita con un dito perduto da tempo | Italia

Torgiano ne è un esempio. La cittadina umbra ha una lunga tradizione nel settore della maglieria e il Gruppo Prada ha acquistato nel 2001 lo stabilimento di 2.600 metri quadrati.

Tutte le fasi chiave del design e della produzione della maglieria per i marchi Prada e Miu Miu vengono svolte internamente presso lo stabilimento ampliato di Torgiano.  Immagine: Prada
Tutte le fasi chiave del design e della produzione della maglieria per i marchi Prada e Miu Miu vengono svolte internamente presso lo stabilimento ampliato di Torgiano. Immagine: Prada

La fabbrica è stata ampliata prima nel 2017 e poi ancora nel 2023 quando la maglieria è diventata la categoria principale del gruppo. Oggi, su una superficie di 9.000 metri quadrati, riunisce tutte le fasi chiave della progettazione e produzione di maglieria per i marchi Prada e Miu Miu. – Casa.

Dai 39 dipendenti originari, la struttura impiega ora 214 lavoratori locali, di cui il 72% sono donne e il 16% hanno meno di 35 anni, favorendo il passaggio generazionale degli artigiani.

Il 72% dei 214 lavoratori locali sono donne.  Immagine: Prada
Il 72% dei 214 lavoratori locali sono donne. Immagine: Prada

Circa 15.000 mq di spazi verdi che circondano lo stabilimento sono allestiti con aree relax, contribuendo ad integrarsi nel paesaggio rurale umbro.

Il sito mira a ottenere la certificazione LEED Gold entro agosto per credenziali ambientali come un circuito idrico chiuso multiuso e la capacità di generare il 38% della propria energia. Ciò consentirà al Gruppo di raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi ambientali volti a ridurre le emissioni di gas serra lungo tutta la catena di fornitura e contribuire alla sua più ampia strategia ambientale. IL Forestami e progetti oltre il mare.

Dal 2015 Prada ha investito molto nel potenziamento e nella ristrutturazione dell’intera struttura produttiva, dagli impianti di produzione alla catena di fornitura e alla forza lavoro qualificata.

La ‘cabina di regia’ del Gruppo Prada è in Italia; Questa è la forza della nostra squadra”, ha detto Guevara.

Solo quest’anno il Gruppo Prada investirà circa 60 milioni di euro (65,1 milioni di dollari) nello sviluppo industriale. L’anno scorso, altri 60 milioni di euro sono stati investiti in quella che viene definita “integrazione verticale”, che comprende l’approvvigionamento dei livelli del processo produttivo e l’acquisizione di capacità strategiche.

READ  La Juventus batte l'Arsenal e firma l'italiano Manuel Locatelle | Juventus

“Il gruppo è al centro di una rete di relazioni in cui le acquisizioni significano espansione della capacità produttiva e acquisizione di conoscenze”, ha affermato Guevara. “L’Italia è il nostro polo produttivo e garantire stabilità generazionale alle piccole e medie imprese fa parte del nostro ruolo e della nostra responsabilità imprenditoriale”.

Ventitré dei 26 siti produttivi di Prada sono situati in Italia. Negli ultimi anni, Prada ha sviluppato una rete di fabbriche di piantagioni in tutto il paese, inclusa la sede industriale di Valvigna nel 2017 per sviluppare la divisione manifatturiera di Prada e le collezioni di pelletteria Prada e Miu Miu.

La piantagione di Valvigna ospita strutture di ricerca e sviluppo e produzione per la pelletteria Prada e Miu Miu e un centro di elaborazione dati.  Immagine: Prada
La piantagione di Valvigna ospita strutture di ricerca e sviluppo e produzione per la pelletteria Prada e Miu Miu e un centro di elaborazione dati. Immagine: Prada

Insieme al gruppo italiano Zegna, Prada ha rafforzato la propria catena di fornitura acquistando partecipazioni in produttori Made in Italy, tra cui una conceria e uno specialista di microfibra a conduzione familiare.

Lorenzo Bertelli, Direttore Marketing e Responsabile Corporate Social Responsibility del Gruppo Prada, ha dichiarato: “Dobbiamo garantire che le aziende investano in Italia e che tuteliamo ciò che è veramente Made in Italy. “Investendo nell’integrazione verticale della nostra catena di fornitura, possiamo espandere la nostra supervisione e controllo sulle fasi più delicate della creazione di valore.”

Con continui sconvolgimenti Consumismo eticoSoprattutto tra le generazioni più giovani, la fiducia, la trasparenza e l’azione ambientale sono più importanti che mai per conquistare i cuori e i portafogli dei consumatori di lusso in Cina oggi.

Mantenere il controllo sulla produzione e sulle catene di fornitura è essenziale per proteggere la qualità e la reputazione dei marchi, soddisfare requisiti di tracciabilità sempre più rigorosi e fornire maggiore flessibilità alle richieste del mercato e alle condizioni geopolitiche.

Competenza per le generazioni future

READ  L'Italia sarà il primo paese ad esentare l'arte NFT dall'IVA?

Oltre a “Pianeta” e “Cultura”, il terzo pilastro della strategia di sostenibilità di Prada è “Persone”, che comprende sia i suoi dipendenti che la comunità più ampia.

“Il cuore pulsante dei nostri stabilimenti sono le nostre persone. Abbiamo bisogno di giovani per sostenere il futuro del gruppo e la formazione è la base”, ha detto Bertelli durante l’evento di lancio di Torgiano.

L'Accademia del Gruppo Prada a Torgiano tramanda di generazione in generazione l'artigianalità e il know-how nei suoi ricami caratteristici.  Immagine: Prada
L’Accademia del Gruppo Prada a Torgiano tramanda di generazione in generazione l’artigianalità e il know-how nei suoi ricami caratteristici. Immagine: Prada

IL Accademia del Gruppo Prada Offre programmi di formazione per giovani artigiani italiani per mantenere la produttività nei settori pelletteria, calzature, prêt-à-porter e maglieria.

Nel 2023 si sono formati all’Accademia 143 giovani, di cui 110 pari al 77% occupati in Italia. Un nuovo ingresso presso la Prada Group Academy inizierà a settembre di quest’anno a Torgiano.

“Attraverso l’Accademia abbiamo visto come il dialogo tra le generazioni sia vivo e fruttuoso”, ha detto Bertelli.

Mentre Prada negozia il proprio passaggio generazionale alla guida del gruppo a conduzione familiare, è chiaro che la casa italiana sta costruendo un futuro che abbraccia il lusso su scala industriale, onorando al contempo l’artigianato tradizionale e le pratiche sostenibili. Mentre i consumatori rivalutano il significato del lusso oggi, il valore di Prada è più forte che mai.

Presentato dal Gruppo Prada

Marcello Jilani
Marcello Jilani
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News