SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Il difensore rifiuta la sfida a sorpresa al New York Yacht Club

Coppa America: Defender rifiuta la sfida a sorpresa al New York Yachting Club

Di Richard Gladwell, Sail-World NZ 8 maggio 22:33 PDT
9 maggio 2021

Royal New Zealand Yacht Squadron © Carlo Borlenghi

I difensori dell’America’s Cup, insieme alla sfida standard, hanno respinto la sfida a sorpresa presentata dal New York Yachting Club, il 6 maggio, ed è stata annunciata oggi.

I detentori del trofeo hanno rilasciato una dichiarazione due ore dopo che il protocollo Challenge and Draft presentato dal New York Yacht Club ha difeso con successo il trofeo dal 1870 al 1983.

“RNZYS e il team Emirates Airline New Zealand (in qualità di attuale difensore dell’America’s Cup) accolgono con favore l’interesse del New York Yacht Club per la prossima America’s Cup, ma mettono in dubbio le loro motivazioni per una dichiarazione così presuntuosa quando le iscrizioni non sono state aperte da tempo.

“Ci sono stati alcuni punti validi sollevati da NYYC, alcuni dei quali sono già presi in considerazione nello sviluppo di un protocollo lungimirante e lungimirante tra il difensore e il team Ineos nel Regno Unito e RYS a nome di (Challenger of Record for the 37th America’s Cup) le due parti responsabili dello sviluppo del prossimo protocollo. “.

La posizione RNZYS / ETNZ è stata supportata da Royal Yacht Squadron Ltd e INEOS Team UK che hanno espresso sentimenti simili:

“Come sfida standard per la 37a America’s Cup, stiamo lavorando in collaborazione con il Royal New Zealand Yacht Squadron e il team neozelandese per scrivere un protocollo che definirà le regole per il futuro.

“Siamo lieti di apprendere che il New York Yachting Club è interessato a continuare a partecipare all’America’s Cup e li aggiorneremo su tutte le novità man mano che andremo avanti”, ha concluso il comunicato.

156 pagine di bozza di protocollo

La bozza di protocollo presentata dal New York Yacht Club cerca di estendere l’accordo di protocollo per coprire i trofei successivi e stabilisce il processo per determinare il posizionamento dei trofei indipendentemente dal club che detiene effettivamente il trofeo. Questo rompe il principio fondamentale della Coppa America secondo cui la difesa deve essere fatta nelle sue acque native.

READ  Playoff NBA 2021, live, risultati, Philadelphia 76ers vs Atlanta Hawks, Sixers, Ben Simmons, punteggio, aggiornamenti, Trae Young, Embiid

Secondo il documento NYYC, per i prossimi quattro tornei, i posti sono condivisi tra le quattro squadre che hanno gareggiato nella 36a America’s Cup ad Auckland. Il documento afferma che per i seguenti quattro tornei, la coppa deve essere disputata ogni tre anni. In qualità di difensore in carica, il Royal New Zealand Yacht Squadron dovrà annunciare la posizione dell’AC37 entro il 21 giugno – 10 giorni prima della scadenza per negoziare la sede con il governo della Nuova Zelanda.

Dopo l’AC40, il Trofeo torna a un torneo di due anni con la sede del paese dei difensori dei sei anni precedenti. Non sembra esserci alcun modo per “fare un’offerta” né esiste una base realistica per negoziare una tariffa per la sede ospitante con la città ospitante che sa di avere già il diritto di organizzare il trofeo.

La bozza di protocollo delinea la situazione un po ‘strana in cui ai cannoni da trofeo può essere richiesto di risiedere e difendersi in un paese straniero, con un concorrente che salpa dalla loro città natale.

Il protocollo, che si estende su quasi 150 pagine, cerca di porre limiti di budget sui budget delle campagne di $ 75 milioni per ciclo, includendo altri limiti di budget durante quel periodo. In genere, si tratta di oltre $ 100 milioni per ciclo.

Controllo dei costi

I budget e le spese effettive vengono comunicati ai team tramite un revisore, che è una società rispettabile nominata dal Direttore commerciale. Il revisore deve essere imparziale e stabilire prassi e regolamenti contabili uniformi. Esaminerai tutti i corpi di coppa, compresi i concorrenti. Segnala le violazioni al direttore commerciale che deferisce la questione alla giuria, che può far uscire il concorrente dalla coppa.

READ  Il terzo gioco della serie si è spostato sulla Gold Coast durante l'epidemia di Covid-19, Queensland Maroons vs New South Wales Blues

Saranno inoltre introdotte restrizioni sulla dimensione del team, con una dimensione massima del team di 85-120 persone, 20 delle quali possono lavorare come designer.

Ai team attuali sarebbe consentito costruire un solo AC75. Le nuove squadre potranno costruire due nuove barche. L’obiettivo del protocollo è creare una flotta di oltre 100 flotte AC75 in cinque tornei di Copa America. Barche alternative come Te Kahu di ETNZ non sono consentite.

Sono state suggerite limitazioni nel testare il tempo sull’acqua, il tempo trascorso osservando altre squadre e azioni simili. Generalmente, il tempo di test è limitato a 100 giorni all’anno ed è consentito solo durante i mesi estivi nell’emisfero settentrionale o meridionale. L’obiettivo è chiaramente che le squadre nel Regno Unito e nei dintorni di New York non dovranno spostarsi a sud in inverno per continuare ad allenarsi.

La bozza di protocollo afferma che la classe America’s Cup dovrebbe essere dotata di un motore, ma non è chiaro se questo debba servire da ausiliario, per far funzionare le pompe o per qualsiasi altro scopo. Tuttavia, il tipo di motore è determinato dal responsabile commerciale

Comitato Controllo Coppa

Il protocollo prevede la creazione di un comitato che sarà un organo permanente per il controllo del trofeo, con membri nominati dal difensore e che sfidano i record. Il comitato è composto dal New York Yachting Club e da altri del gruppo di club noti informalmente come “Cup Trustees”, ma che devono aver partecipato a uno degli ultimi tre tornei di Coppa. Altri possono essere nominati nel comitato che è l’organo centrale di supervisione e consulenza per la coppa.

Il nuovo Defender eredita tre società, fondate a New York, costituite per eseguire il trofeo ininterrottamente, su cui il comitato controlla e i cui membri sono nominati dal Defender e dal Challenger of Record. Le società della Coppa non sono autorizzate a cedere deficit o passività al prossimo Difensore. Se c’è un surplus dal torneo di Coppa, il 40% va al difensore, il 10% al concorrente della partita, il 5% al ​​campione della stagione e il saldo viene diviso equamente tra i concorrenti.

READ  Sport in TV: sabato 5 giugno 2021

Gli eventi che compongono la stagione di Copa America saranno organizzati sia con i contendenti che con i difensori. La Challenge Selection Series si svolgerà presso la sede del Trofeo, dove nessun difensore può partecipare. Il difensore e vincitore della Challenger Selections Series gareggerà per la partita di Copa America.

La bozza di protocollo richiede che agli organi operativi venga presentato un riepilogo entro un mese dalla fine della partita e le loro raccomandazioni siano trasmesse al comitato delle regole “per migliorare l’evento, aumentarne il valore e la qualità per la gara, riducendo costi.” Il Comitato Regole deve inviare il riepilogo della partita entro quattro mesi dalla fine del Round di Coppa.

Lo scopo dell’annuncio del protocollo e della sfida complessiva non è chiaro, perché il New York Yacht Club era certamente consapevole che il Challenge era già stato introdotto dal Royal Yacht Squadron Racing e accettato da RNZYS.

È attualmente in corso un processo in tre fasi per la negoziazione di un protocollo con RYSR e i negoziati sulla sede con il governo della Nuova Zelanda, che si concluderanno il 30 giugno 2021.

Il team di Emirates Airline New Zealand ha anche ricevuto risposte al processo di selezione della sede che ha acquisito maggiore credibilità dopo la conclusione della 36a America’s Cup, quando è stato confermato che RNZYS / ETNZ stavano difendendo la 37a partita della Coppa America.