SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Il capo della sanità italiano prende le distanze dall’alto rapporto dell’Oms

ROMA – Il responsabile dell’Istituto Superiore di Sanità italiano ha preso le distanze venerdì dallo scandalo del rapporto Oms sulla risposta dell’Italia al Coronavirus, affermando di non avere modo di interferire con l’agenzia Onu e di non aver mai monitorato nemmeno le informazioni inquietanti della pubblico.

Il dottor Silvio Prosavero è stato coinvolto nello scandalo dopo che un documento trapelato dalla procura di Bergamo la scorsa settimana ha rivelato le trascrizioni delle conversazioni di WhatsApp tra Prosavero e il funzionario dell’OMS, il dottor Ranieri Guerra, che è indagato per aver presumibilmente fatto false accuse ai pubblici ministeri in merito al rapporto. .

Il rapporto, pubblicato nel maggio dello scorso anno come guida per aiutare i paesi a prepararsi al Coronavirus, ha acceso la tensione perché ha rivelato che il governo italiano non aveva aggiornato il suo piano di preparazione alla pandemia dal 2006. Il rapporto è stato ritirato dal sito web dell’OMS un giorno dopo la sua Non è mai stato ripubblicato, provocando speculazioni che l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo avesse sollevato per evitare imbarazzi e potenziali responsabilità del governo italiano.

L’Organizzazione mondiale della sanità afferma che contiene inesattezze e incongruenze ed è stato pubblicato prematuramente, prima che i fatti fossero verificati. Il ricercatore capo, il dottor Francesco Zampon, afferma che il rapporto ha ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie e si ritiene che sia stato rimosso a causa della pressione politica e degli interessi personali di Guerra.

Guerra era responsabile della prevenzione presso il Ministero della Salute italiano negli anni in cui il piano pandemico doveva essere aggiornato per conformarsi alle linee guida dell’OMS e dell’Unione Europea. Guerra ha detto che il piano non aveva bisogno di essere aggiornato in quegli anni e ha negato di aver tentato di censurare il rapporto dell’OMS, dicendo che voleva solo correggerlo.

READ  Caso abbinato Bamboo Airways per Qantas, Singapore Airlines e altri

Secondo i messaggi di testo, Guerra ha usato un linguaggio colorato per informare Brusaferro che aveva rimosso il rapporto dal sito web dell’OMS e stava lavorando per assicurarsi che scomparisse anche da altri siti web.

“Sono stato duro con gli sciocchi del documento sulle armi”, ha scritto Guerra, riferendosi al team di Zambon con sede a Venezia. “Spero anche di far rotolare qualche testa viziata.”

Prosavero ha indicato in una conferenza stampa venerdì di aver solo ammesso di aver ricevuto lettere da Guerra e di non aver espresso alcun giudizio su ciò che aveva inviato.

Prosavero ha aggiunto che nessuno dell’Istituto superiore di sanità aveva visto il rapporto dell’OMS prima che fosse pubblicato e non era così preoccupato per il suo contenuto quanto sorpreso dalla sua pubblicazione. Ha detto che l’istituto non aveva alcun mandato o capacità di interferire con un rapporto delle Nazioni Unite e ha negato di aver tentato di nasconderlo.

Riferendosi alle lettere di Guerra, Prosavero ha detto: “La forma in cui si è espresso il mio collega (Guerra) è la forma in cui è solo”. “Da parte mia, penso di non aver mai usato – e non solo in questa occasione, ma credo che non facciano parte della mia personalità o del modo in cui comunico – toni che non sono altro che gentili, amichevoli e gentili”.

Caricamento in corso…

Caricamento in corso…Caricamento in corso…Caricamento in corso…Caricamento in corso…Caricamento in corso…