SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Il blocco smorzerà il boom immobiliare di Sydney?

“Rimaniamo ottimisti sul fatto che con l’allentamento delle restrizioni, l’attività tornerà ai livelli delle precedenti chiusure”, hanno scritto gli economisti NAB. “I prezzi delle case hanno continuato a crescere a un ritmo solido a giugno, con un aumento del capitale consolidato dell’1,9% durante il mese”.

I volumi delle aste residenziali sono aumentati dell’81% nel trimestre di giugno a Sydney, variando persino rispetto all’aumento del 51% a Melbourne. Inevitabilmente rallenterà.

Da luglio ad agosto, tuttavia, e altri mesi di blocco incombenti a Sydney, il modello di gestione dei virus del NSW metterà a dura prova la fiducia nel ripetere l’esperienza delle epidemie passate.

Tanti soldi ancora alla ricerca di una “casa”

È certamente possibile che le famiglie e le piccole imprese nell’economia di un paese reggeranno inaspettatamente in tempi difficili Credenza nel mercato immobiliare Offrono ancora la migliore assicurazione disponibile.

Nonostante accumulino problemi finanziari per molti, molti soldi e debiti stanno cercando una “casa” affidabile. Il governo federale fornirà quasi sicuramente più aiuto per contrastare il terribile impatto del prolungato blocco del NSW.

O forse la chiusura si traduce in una pausa di pochi mesi nei forti aumenti dei prezzi delle case evidenti nella prima metà del 2021, con gli aumenti più forti rinviati all’inizio del prossimo anno. Quando più residenti verranno vaccinati e il blocco verrà ritirato come rimedio per i governi statali, la domanda di proprietà riprenderà il suo corso inarrestabile.

Ma tutto ciò presuppone che l’effetto duraturo dei prossimi mesi non sarà davvero doloroso a lungo termine. Insieme a Un altro giorno record su 172 casi Dalle nuove infezioni segnalate martedì, non ci sono meno motivi per credere che l’impegno del governo del NSW che le sue restrizioni possano riuscire a porre fine alla diffusione della comunità.

READ  Da Bitcoin a Dogecoin: le criptovalute con le migliori prestazioni che devi conoscere

Questa settimana, il primo ministro Gladys Berejiklian descriverà di più sublocco della vita Dopo il 31 luglio sembrerà Sydney. Il quadro più ampio è l’enorme incertezza, al di là della portata delle analisi di esperti, sia in termini di alloggio, salute o altro.

Il panico immobiliare da COVID-19 non è durato a lungo

Quando il COVID-19 è emerso per la prima volta all’inizio dello scorso anno, ad esempio, il panico ha attanagliato l’umore del mercato immobiliare e l’economia in generale, con economisti bancari ed esperti immobiliari che prevedevano un forte calo dei prezzi.

L’improvvisa chiusura dell’immigrazione sembrava confermarlo. Tuttavia, i tagli dei prezzi si sono dimostrati molto più brevi della durata della vita del virus.

Invece, l’aumento dei prezzi delle case è diventato una prova più forte che l’economia locale stava migliorando più rapidamente di quanto i governi, i dipartimenti del tesoro o gli economisti del settore privato avessero previsto.

Il governatore della Reserve Bank of Australia, Philip Lowe, non è sempre stato influenzato dalle lamentele secondo cui i bassi tassi di interesse stanno tenendo i giovani fuori dal mercato.

Si concentra maggiormente sui benefici economici più ampi stimolati da tassi più bassi e sull’impatto dell’effetto ricchezza sulla maggior parte delle famiglie che possiedono o acquistano le loro case.

Al massimo, la RBA e le autorità di regolamentazione finanziaria hanno suggerito che il ritorno degli investitori immobiliari sul mercato porti a modesti aggiustamenti nelle pratiche di prestito bancario, ma niente di troppo eccitante.

La tardiva decisione del Labour questa settimana di abbandonare la sua precedente politica di proporre aumenti delle tasse sugli investimenti immobiliari e sulle plusvalenze su una serie di beni illustra la sensibilità politica dell’intervento nel mercato immobiliare australiano.

READ  Analisi e tendenze del mercato globale degli adesivi a solvente

Ma le preoccupazioni per un aumento così rapido dei prezzi delle case in generale sono un dibattito ricorrente in molti altri mercati.

Con eccezioni occasionali come la Reserve Bank of New Zealand che mira a prezzi delle case “insostenibili” quest’anno e un leggero aggiustamento della politica monetaria da parte della Bank of Canada, la maggior parte dei paesi preferisce ancora garantire che la ripresa economica continui a un ritmo con un facile accesso al denaro e Accelerare l’introduzione dei vaccini.

Negli Stati Uniti, ad esempio, il prezzo medio di vendita delle case esistenti è aumentato di oltre il 23 percento nell’anno fino a giugno, superando facilmente l’aumento medio dei prezzi in Australia del 13,5 percento. Ma anche la potente Federal Reserve statunitense rimane preoccupata su come e quando ripristinare il massiccio stimolo monetario che contribuisce ad alimentarlo.

Ciò indica che il COVID-19 ha alimentato la lotta per la proprietà della casa delle generazioni più giovani in molti paesi. I prezzi molto alti in Australia e una preferenza tradizionalmente forte per l’acquisto rispetto all’affitto rendono questo un problema particolare qui.

Secondo una nuova ricerca del broker ipotecario, gli esperti immobiliari, ad esempio, il 70% dei millennial australiani ritiene che il mercato immobiliare abbia bisogno di più regolamentazione.

Tuttavia, anche se la stragrande maggioranza pensa che gli immobili siano troppo cari, il 45% dei millennial pensa ancora che sia un buon momento per acquistare. Questo anche se ha un prezzo superiore al 40 percento della loro area preferita.

Nel bene e nel male, questo arresto prolungato potrebbe far deragliare il rally dei prezzi in corso a Sydney, temporaneamente o meno, con potenziali effetti di ricaduta. Piazza la tua scommessa.

READ  Il Primo Ministro annuncia le sue scuse per l'arresto di italocanadesi durante la seconda guerra mondiale