SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Il 2021 sarà l’anno in cui i governi si impegneranno per un’educazione climatica di qualità? Un crescente invito all’azione in vista del vertice del G20

Per quasi 30 anni, molti governi hanno riconosciuto l’istruzione come una componente importante degli sforzi nazionali e globali per combattere il cambiamento climatico e aprire la strada a un futuro sostenibile. Come con l’originale trattato sul clima delle Nazioni Unite del 1992, è incluso in un articolo Il punto di riferimento dell’Accordo di Parigi del 2015 insieme a questioni sovrapposte come la formazione e l’accesso alle informazioni.

Ma nonostante questa comprensione e molto Esempi ispiratori di progetti Le migliori pratiche, spesso guidate da ONG determinate e da educatori entusiasti, l’alfabetizzazione climatica spesso rimane ai margini dei sistemi educativi, se mai esiste. Tutto questo potrebbe cambiare nel 2021, l’anno in cui i governi di tutto il mondo dovrebbero aumentare le ambizioni sull’azione per il clima?

Un impulso crescente per l’educazione al clima

C’è sicuramente un vero slancio in tutto il mondo verso un risultato forte sull’educazione al clima e sull’alfabetizzazione ambientale, con meno di sette mesi che mancano al giorno successivo. Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (COP26) A Glasgow, in Scozia, a novembre.

Questo slancio deriva in gran parte da un nuovo e nuovo allineamento di diversi interessi impegnati ad aumentare l’ambizione nell’educazione al clima ora e negli anni a venire, guidati da gruppi come ARTHDAY.ORG E il Salva il nostro futuro.

Negli ultimi 6-12 mesi, educatori, organizzazioni sindacali, giovani, gruppi di donne, giustizia, ricercatori e scienziati ambientali hanno unito le forze in coalizioni uniche per richiedere un’educazione climatica obbligatoria di qualità per tutti.

Questi movimenti rappresentano ora centinaia di milioni di persone provenienti da quasi ogni angolo della terra e crescono ogni giorno. Un recente rapporto della Brookings Institution, “Unleashing Teacher and Student Creativity to Fight Climate Change: An Opportunity for Global Leadership, ” Sottolinea il potere di questo momento, rilevando le diverse alleanze di attori in tutto il mondo interessati e desiderosi di ampliare gli approcci di alfabetizzazione climatica di successo.

READ  Il CEO di Qantas consiglia il riavvio anticipato dei voli per gli Stati Uniti, Londra

Focus immediato nelle prossime settimane: costruire sulla settimana della Giornata della Terra 2021 Dichiarazione di Teach4thePlanet Quasi 33 milioni di insegnanti sindacali sotto Educazione internazionale E di recente Conferenza mondiale dell’UNESCO Sull’educazione allo sviluppo sostenibile – Stimola l’azione tra i ministri dell’istruzione.

Sebbene possano non essere direttamente responsabili dei risultati degli accordi sul clima e sull’ambiente, la loro determinazione e influenza politica saranno fondamentali per i colleghi responsabili dell’ambiente e degli affari esteri e nella definizione dei loro approcci nazionali.

La prossima grande opportunità per farlo è Riunione dei ministri dell’Istruzione del G20 2021 in Sicilia a fine mese sotto la presidenza italiana del G20.

a dichiarazione Ai ministri e al G20 pubblicato questa settimana, queste coalizioni hanno unito le forze per dire che un’educazione climatica di qualità è anche legata a un forte impegno civico e alla chiave per un migliore processo decisionale da parte dei governi, la creazione di posti di lavoro verdi, la costruzione di un sistema più forte e un 21° secolo più sostenibile economia.

La dichiarazione riconosce l’importanza degli sforzi dei governi incentrati sulle energie rinnovabili e sull’elettrificazione dei sistemi di trasporto: questi sforzi, insieme a edifici più intelligenti ed efficienti e flussi finanziari più ecologici, saranno essenziali per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi.

Ma afferma anche che senza il cambiamento comportamentale e culturale reso possibile dall’educazione al clima e dall’alfabetizzazione ambientale, sarà difficile raggiungere l’obiettivo a lungo termine delle “emissioni nette di carbonio” entro il 2050 (un obiettivo ampiamente visto come una linea di sicurezza) –Se non impossibile. Questo punto è stato recentemente confermato Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze Documenti di scienziati di quasi 20 centri di ricerca.

READ  McDonald's ha abbassato il prezzo di un Big Mac a 50 centesimiسنت

La ricerca suggerisce, ad esempio, che cambiare il comportamento individuale in materia di cibo, rifiuti, agricoltura, trasporti e riscaldamento potrebbe ridurre le emissioni del 20-37%: riduzioni vitali per il mondo per mantenere il cambiamento climatico sotto controllo e entro limiti di sicurezza basati sulla scienza, la dichiarazione litiga.

Il sostegno all’azione della COP26 sta emergendo ovunque. Guy Ryder, direttore generale dell’Organizzazione internazionale del lavoro delle Nazioni Unite, ha scritto, per esempio Giornata della Terra 2021 Che “gli effetti del cambiamento climatico cambieranno la struttura dell’occupazione. Emergeranno nuovi lavori e nuove famiglie di lavoro, altri scompariranno o diventeranno insostenibili e le aziende dovranno trovare il modo di organizzare il lavoro e la produzione in modo diverso”.

“Dobbiamo preparare i giovani per questo mondo che cambia. L’educazione ambientale può consentire agli studenti di risolvere la crisi climatica e sviluppare competenze, ottimismo e determinazione per guidare il movimento ambientalista di domani”, ha aggiunto.

La buona notizia è che anche alcuni governi sono d’accordo. Questi includono paesi come l’Argentina, le Maldive e l’Italia, co-organizzatrice con il Regno Unito della COP26.

Nel 2019, l’allora ministro dell’Istruzione ha sorpreso il mondo con il suo annuncio Educazione climatica obbligatoria nei sistemi scolastici italiani. L’Italia è pronta ad annunciare questa settimana come lo farà attraverso la sua politica di trasformazione ambientale dell’istruzione.

Sebbene il Regno Unito non sia stato pubblico sulla questione, la sig.ra Karen Pierce, ambasciatrice britannica negli Stati Uniti, Ha detto durante la Giornata della Terra 2021 Abbiamo davvero bisogno che tutti utilizzino tutte le loro capacità intellettuali e tutto il loro potenziale per capire come mitigare gli impatti e come adattarsi (ai cambiamenti climatici), nel modo più innovativo, creativo e sostenibile possibile. In un modo o nell’altro, dobbiamo trovare un modo per incorporarlo nella prossima generazione”.

READ  Diplomazia economica italiana 21 maggio: Ultime notizie dal mondo

A meno di sette mesi dalla COP26, tutti coloro che hanno a cuore il nostro pianeta e i giovani di tutto il mondo devono esprimere il loro sostegno a un’educazione climatica di alta qualità per tutti.

Quasi 30 anni di attesa, tre decenni di troppo. Alla fine di questo mese e di nuovo a novembre, speriamo che i governi prendano decisioni coraggiose per dimostrare a tutti noi, specialmente ai giovani, che vale la pena aspettare.