SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

I rinvii dei mutui per la casa terminano quando le banche finiscono di autorizzare i mutui

Nuovi dati hanno mostrato che da un picco di 854.606, il numero di rinvii di prestiti per la casa e per le piccole imprese è sceso al di sotto di 5.000 quando le banche hanno terminato i loro programmi alla fine del mese scorso.

Gli ultimi dati dell’Australian Banking Association rivelano che c’erano solo 3.170 mutui con i Big Four e Suncorp rimasti in sospeso alla fine di marzo.

Questo è stato inferiore a un picco di 468.786 ritardi totali richiesti durante la pandemia.

Ciò significa che solo lo 0,7% dei mutui per la casa originariamente differiti erano ancora in congedo ipotecario quando quei programmi si sono conclusi ufficialmente il 31 marzo.

I prestiti differiti valgono solo lo 0,07% dei portafogli ipotecari delle banche.

Il calo dei differimenti dei prestiti alle imprese è stato ancora più ripido, con solo 508 prestiti sospesi entro il 31 marzo, rispetto ai livelli massimi di 235.440, il che significa che solo lo 0,2% è rimasto differito.

L’amministratore delegato dell’Australian Banking Association Anna Bligh ha affermato che i numeri riflettono principalmente la rapida ripresa del paese dalla recessione COVID-19.

Una donna con una camicia bianca e una giacca nera si siede e sorride alla telecamera.
Anna Baligh afferma che i suoi membri continueranno ad adottare un “approccio equo e compassionevole” per aiutare i clienti ancora in difficoltà.(

Notizie ABC: John John

)

“Queste cifre riflettono l’impressionante ripresa che l’economia australiana sta assistendo dopo aver affrontato una pandemia ogni 100 anni”, ha detto in una nota.

Tuttavia, la signora Bligh si è mossa per assicurare a questi clienti che sono ancora in difficoltà finanziarie che i loro membri continueranno a fornire supporto personalizzato attraverso misure come ulteriori rinvii e pagamenti ristrutturati.

“Le banche continueranno a sostenere quelle famiglie e aziende che lo stanno ancora facendo raramente quest’anno, adottando un approccio equo e compassionevole per far uscire le persone dall’epidemia”, ha detto.

I gruppi di diritto dei consumatori hanno espresso la preoccupazione che alcune banche stiano facendo pressioni sui clienti troppo duramente per effettuare pagamenti di compensazione o per riprendere i pagamenti per intero prima che siano finanziariamente in grado.

Tuttavia, le principali banche hanno costantemente affermato che continueranno a fornire supporto e flessibilità ai clienti nelle difficoltà finanziarie associate a COVID.

READ  Pizza Vegemite? Lo chef di Brooklyn vuole che tu mangi vegemite sulla pizza invece che sui toast