SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

I poveri italiani soffrono per l’aumento dei costi energetici

Newsletter: Europe Express

Maria Gracia Gingarello non ha creduto alle sue orecchie quando il governo italiano ha avvertito che le tariffe elettriche sarebbero aumentate del 40% nei prossimi tre mesi.

“Se i prezzi salgono ancora non so più a chi rivolgermi”, ha detto il custode 49enne milanese, che già fatica a permettersi affitto, bollette e vitto. “Guardo spesso il calendario e penso che non lo farò entro la fine del mese”.

Il suo stipendio mensile è solo 1.000 1.000 con un reddito fisso nel piccolo appartamento che condivide con le sue due figlie e i suoi due nipoti.

Questa famiglia illustra perché i governi di tutta Europa temono l’aumento dei costi del gas e dell’elettricità. Stanno discutendo miliardi di euro in pacchetti di emergenza per cercare di proteggere le piccole imprese e le case che non sono in grado di galleggiare durante le epidemie del virus corona.

Il 23 settembre, il primo ministro italiano Mario Draghi ha pubblicato un pacchetto di 3 miliardi di dollari per mitigare l’aumento dei prezzi dell’energia, volto ad aiutare le famiglie povere e le piccole imprese a pagare le bollette.

Lo schema disabilita le tariffe del gas e dell’elettricità per 3 milioni di famiglie. Le tariffe fisse per tutte le famiglie e 6 milioni di piccole imprese saranno esentate nel quarto trimestre e l’imposta sul valore aggiunto sul gas naturale sarà ridotta dal 22 al 5 percento.

Parlando giovedì alla federazione imprenditoriale del paese, Drake ha affermato che la mossa ha un “forte valore sociale”. Il suo governo ha già speso 11 miliardi per intervenire direttamente sul mercato dell’energia per far scendere i prezzi al consumo.

READ  Manzuk Mandavia Ministri della Salute Gran Bretagna incontra gli ultimi aggiornamenti dall'Italia sul Brasile

L’Italia assorbe più della metà del consumo energetico residenziale del Paese rispetto a Francia, Spagna e Germania, con le sue importazioni e il gas rappresenta i due terzi del suo fabbisogno energetico. Ciò significa che l’aumento dei prezzi del gas viene rapidamente spinto in bollette più elevate.

L’inflazione dei prezzi al consumo dell’energia in Italia è salita al 20% ad agosto, il tasso più veloce in quasi 40 anni e al 15,4% per la zona euro.

Grafico a linee della variazione% annua che mostra l'aumento dell'inflazione dei consumi energetici in Italia

Gli italiani spendono di più per elettricità, gas e altri costi abitativi rispetto ad altre zone euro nel loro rapporto di reddito, quindi l’aumento dei prezzi dell’energia ha un grande impatto sulla spesa delle famiglie, specialmente per le persone a basso reddito.

L’aumento dei costi energetici “costringe le famiglie povere a rinunciare ai beni di prima necessità”, ha affermato Isabella Catapano, direttore generale dell’Albero della Vita, un ente di beneficenza contro la povertà. “Le bollette sono una spesa fissa e devono essere pagate, quindi le famiglie sono costrette gradualmente a spendere meno per cibo di qualità per i loro figli o altre cose come l’istruzione e le attività ricreative.

Il tasso di disoccupazione in Italia è ancora superiore al 9%, più del doppio di quello tedesco, e nel 2020 circa 5,6 milioni di persone erano considerate in assoluta povertà.

I costi energetici più elevati stanno danneggiando le imprese poiché i prezzi dei beni industriali aumentano del 12,3% su base annua ad agosto.

Sylvia Barbatti, 37 anni, che gestisce una palestra locale nel quartiere Tristay di Roma, teme che l’aumento dei prezzi significherà i sacrifici fatti dalle piccole imprese che sono state sprecate in serrature epidemiche di due anni.

READ  Italia Roundup: Inarkasa assume l'assegnazione di prestiti privati ​​| notizia

“Le nostre attività durante il periodo governativo sono già molto rallentate e ora stiamo cercando di rimetterci in piedi. Spero che le prossime bollette non alzino il cielo”, ha detto.

Molte famiglie e piccole imprese temono che non galleggi, ha affermato Paulo Perozo, presidente di Amici de Porta Pia, associazione imprenditoriale del centro di Roma.

“C’è molta confusione e paura in questo momento… Improvvisamente le bollette che sono il 30 o il 40 percento più alte del solito sono assurde”, ha detto. Alcune persone temono di non essere in grado di ottenere questo metodo.