SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

I lavoratori sfogano la loro rabbia al di fuori di Harvey Norman per i salari

I lavoratori arrabbiati si sono radunati fuori dai negozi Harvey Norman per protestare contro la presunta opposizione del dettagliante a un aumento del salario minimo poiché mantiene i benefici del JobKeeper nonostante gli alti profitti.

Fonti dicono che i dipendenti si sono alzati venerdì perché il rivenditore ha fatto un’offerta al Comitato per il lavoro equo sostenendo il congelamento del salario minimo prima di fissare quest’anno.

Il Consiglio australiano dei sindacati ha preso di mira l’azienda, affermando che il suo ultimo utile netto semestrale di $ 462 milioni – un aumento di oltre il 116 percento rispetto al precedente risultato provvisorio – “è arrivato in un momento in cui ai lavoratori al dettaglio è stato chiesto di attendere un ulteriore sette mesi per un afflusso di un aumento salariale dell’1,75 per cento. Per il 2020 fino a quando non riceveranno il premio “.

Hanno anche aumentato la pressione su Harvey Norman affinché paghi i 22 milioni di dollari stimati in JobKeeper che il rivenditore aveva precedentemente dichiarato essere stati completamente e direttamente trasferiti ai dipendenti per mantenerli durante la crisi Covid.

Harvey Norman, rispondi a JobKeeper I manifestanti che portavano bandiere e striscioni fuori dai negozi gridavano: “Paga i lavoratori”.

Il sindacato chiede un aumento del 3,5 per cento del salario minimo, dicendo che andrà a beneficio di un lavoratore su quattro che fa affidamento su una revisione annuale dei salari per un aumento salariale.

“Ora è il momento per Harvey Norman di farsi avanti e sostenere un aumento salariale di 69 centesimi l’ora”, ha affermato Sally McManus, segretaria di ACTU.

Il primo ministro Morrison deve anche smettere di sostenere le affermazioni delle multinazionali di riduzioni salariali reali. Ciò di cui l’economia ha bisogno ora sono persone che abbiano soldi da spendere “.

READ  Una coppia americana trova un bagno segreto nella loro casa durante i lavori di ristrutturazione

Harvey Norman ha rifiutato di commentare.

Nel frattempo, un ampio sondaggio ha mostrato che molte aziende stanno pianificando di aumentare i salari dei dipendenti quest’anno.

Secondo l’ultima guida salariale annuale rilasciata dalla società di reclutamento Hays, il 67% delle quasi 3.500 aziende intervistate ha indicato la propria intenzione di aumentare gli stipendi nella prossima revisione, con più della metà che indica un aumento fino al 3%.

Solo il 12% degli intervistati ha indicato che concederebbe aumenti del 3% o più.

Hayes afferma che il settore legale è in cima alla lista dei settori più generosi, seguito da architettura, tecnologia, contabilità, finanza e vendite.

Hayes afferma che il 39% dei 3.800 professionisti qualificati con cui ho parlato ha riferito di non essere soddisfatto del proprio stipendio.

L’ultimo indice dei prezzi salariali pubblicato dall’Australian Bureau of Statistics ha mostrato un aumento dell’1,5% nel settore pubblico e dell’1,4% nel settore privato nel corso dell’anno fino al 31 marzo.

Ciò si confronta con un aumento dell’1,1% dell’inflazione nello stesso periodo, lontano dall’intervallo obiettivo del 2-3% a cui la RBA vuole che l’economia si riprenda.