HomescienceI fisici affermano di aver rilevato un potente problema tecnico nell’universo

I fisici affermano di aver rilevato un potente problema tecnico nell’universo

“Una volta raggiunto il Regno Cosmico, si applicano termini e condizioni.”

Einstein2.0

I ricercatori hanno scoperto quello che chiamano un “problema tecnico cosmico” nella gravità, che potrebbe aiutare a spiegare lo strano comportamento dell’universo su scala cosmica.

Come dettagliato in A Nuova carta Pubblicato in Giornale di cosmologia e fisica delle astroparticelleUn team dell’Università di Waterloo e dell’Università della British Columbia in Canada ipotizza che la teoria della relatività generale di Albert Einstein potrebbe non essere sufficiente per spiegare… L’espansione dell’universo accelerò.

“Il modello di gravità di Einstein è stato essenziale per tutto, dalla teoria del Big Bang all’imaging dei buchi neri”, ha affermato Robin Wein, autore principale e studente laureato in fisica matematica presso l’Università di Waterloo. Dichiarazione sulla ricerca. “Ma quando cerchiamo di comprendere la gravità a livello cosmico, a livello degli ammassi di galassie e oltre, incontriamo chiare contraddizioni con le previsioni della relatività generale”.

“È come se la gravità stessa avesse completamente smesso di corrispondere alla teoria di Einstein”, ha aggiunto. “Chiamiamo questa discrepanza un ‘problema tecnico cosmico’: la gravità diventa circa l’1% più debole quando si tratta di distanze di miliardi di anni luce”.

difetto

In risposta, il team ha ideato un nuovo modello per tale “problema tecnico” che modifica la teoria di Einstein per risolvere queste contraddizioni.

“Consideratela come una nota a piè di pagina della teoria di Einstein”, ha detto Wen nella dichiarazione. “Una volta raggiunto il Regno Cosmico, si applicano termini e condizioni.”

È una possibile soluzione a un problema su cui astronomi e fisici si interrogano da decenni.

“Quasi un secolo fa, gli astronomi scoprirono che il nostro universo si stava espandendo”, ha spiegato Niesh Afshordi, coautore e professore di astrofisica dell’Università di Waterloo. “Più le galassie sono lontane, più velocemente si muovono, fino al punto in cui sembrano muoversi quasi alla velocità della luce, il massimo consentito dalla teoria di Einstein”.

READ  Il lancio del satellite Euclid potrebbe svelare i segreti dell'universo

“I nostri risultati suggeriscono che su queste stesse scale, anche la teoria di Einstein potrebbe essere inadeguata”, ha aggiunto.

Secondo Afshordi, la proposta correzione dello “squilibrio cosmico” è solo l’inizio.

“Questo nuovo modello potrebbe essere solo il primo indizio nel puzzle cosmico che stiamo iniziando a svelare attraverso lo spazio e il tempo”, ha detto.

Maggiori informazioni sull’espansione dell’universo: I fisici suggeriscono che l’universo è pieno di materia che si muove più velocemente della luce

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News