HomeWorldI dipendenti taiwanesi lasciano Hong Kong a causa della richiesta di "una...

I dipendenti taiwanesi lasciano Hong Kong a causa della richiesta di “una Cina”

Taiwan: I dipendenti taiwanesi che lavorano per l’ufficio di rappresentanza dell’isola a Hong Kong inizieranno a lasciare la città amministrata dalla Cina da domenica, ha detto un alto funzionario, dopo che il governo ha chiesto ai suoi funzionari di firmare un documento a sostegno della rivendicazione di Pechino su Taiwan.

Hong Kong, governata dalla Cina, è diventata un altro punto di contesa tra Taipei e Pechino, soprattutto dopo che Taiwan ha criticato la legge sulla sicurezza di Pechino su Hong Kong e ha iniziato ad accogliere Hong Kong per stabilirsi sull’isola.

Lin Fei-fan, vice segretario generale del Partito Democratico Progressista al governo di Taiwan, ha affermato che solo il personale locale rimarrà in ufficio.

“Questo perché il Partito comunista cinese e il governo di Hong Kong continuano a costringere il nostro personale con sede a Hong Kong a firmare la “Lettera di impegno per una Cina” per riconoscere “Una Cina””, ha affermato sulla sua pagina Facebook.

“Come prerequisito politico per il rinnovo del visto, ovviamente non lo accetteremo!”

La Cina considera Taiwan governata democraticamente come parte di “una Cina” e non ha mai rinunciato all’uso della forza per portare l’isola sotto il suo controllo.

Lin ha affermato che Taiwan non accetterebbe “una Cina” o “un paese, due sistemi”, il modo in cui Pechino amministra Hong Kong sotto la sovranità cinese che spera un giorno si applicherà all’isola.

Le guardie d’onore taiwanesi tengono la bandiera di Taiwan in Piazza della Libertà a Taipei, Taiwan. a lui attribuito:Getty Images

Un alto funzionario taiwanese che ha familiarità con la questione ha detto a Reuters che sette funzionari taiwanesi torneranno domenica pomeriggio, con l’ultimo funzionario taiwanese che tornerà dopo la scadenza del visto il mese prossimo.

READ  Quando le persone si sentono senza speranza riguardo alla politica, “triplicare il voto” può ispirarle. Potrebbe funzionare in Nuova Zelanda? | Max Harris

“Non è accettabile essere minimizzati politicamente”, ha detto il funzionario, riferendosi alla richiesta di firmare il documento.

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News