SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

“Faia Day” di Jessica Bashir vince il primo premio in Hybrid Hybrid Visions Du Réel | notizia

Prima apparizione di Jessica Bashir Faya Dai Ha vinto il Gran Premio della giuria al Festival svizzero del film documentario Visions Du Réel (15-24 aprile).

Il premio, che include 20.000 franchi svizzeri ($ 21.900), è stato annunciato sabato (24 aprile) durante una cerimonia nella città svizzera sul lago di Nyon.

Scorri verso il basso per altri vincitori

Faya DaiChe esplora il ruolo che la pianta narcotica di khat gioca nell’economia e nella cultura dell’Etiopia, viene anche insignito del Premio Fipresci.

La produzione congiunta di Stati Uniti, Etiopia e Qatar segna il debutto del regista messicano-etiope Bashir, con sede negli Stati Uniti. In precedenza ha fatto il suo debutto in competizione al Sundance. Moby ha recentemente acquisito tutti i diritti di film documentario per Regno Unito, Irlanda, America Latina, Italia, Francia, Germania, Turchia e India.

Sono stati assegnati premi speciali della giuria, ciascuno del valore di 5.000 franchi svizzeri ($ 5.500). 1970 Dal polacco W. Wolski e Tomás Bambini terribili Scritto da Ahmed Necdet Copour, regista mediorientale con sede a Parigi.

Nella competizione nazionale, il premio principale è andato e 15.000 franchi svizzeri ($ 16.400). Nostromo Di Fisnik Maxville. La premiazione ha segnato la chiusura ufficiale della 52esima edizioneSeconda abbreviazione Edizione VdR, anche se nei prossimi giorni sono previsti spettacoli aggiuntivi.

Stato d’animo ottimista

Quando l’evento di 10 giorni si è concluso, l’atmosfera in Neon era ottimista. Le modifiche tardive ai regolamenti del governo svizzero Covid hanno consentito al festival di tenere spettacoli pubblici, cosa che inizialmente non era consentita. In città erano presenti anche delegati professionisti, registi e studenti, mentre i visitatori internazionali potevano partecipare al festival senza necessità di quarantena.

Il numero di ospiti è stato inferiore al solito, ma questo è stato un festival fisicamente in forma con spettacoli per professionisti. Nel frattempo, giovedì (21 aprile) sono iniziate le esibizioni pubbliche e il festival è stato prorogato di diversi giorni per consentire la continuazione delle esibizioni.

READ  Primo samurai: come un attore giapponese ha creato un modello "macho"

“C’erano circa 170 ospiti e molti registi di proiezioni cinematografiche hanno partecipato, anche da New York e dall’Argentina”, ha detto Emily Bogis, direttrice del VdR Festival.

Tra i visitatori internazionali c’era il regista americano Pacho Feliz, che ha presentato il suo film RicercatoriA proposito di appuntamenti online a New York. Il film è stato presentato in anteprima al Sundance, ma Nyon è stato il primo festival in cui il film è stato effettivamente proiettato al cinema.

In città c’era anche il giovane regista argentino Juan Martin Hsu, che ha diretto il suo film La luna rappresenta il mio cuore Ha ricevuto la sua prima mondiale al Concorso internazionale di film di fantasia.

Per alcuni professionisti VdR, che non hanno viaggiato da nessuna parte durante la pandemia, partecipare a se stesso è un’esperienza emotiva. Il pubblico agli spettacoli era piccolo e gli spettatori indossavano maschere, ma i registi certificati e gli ospiti erano comunque felici di essere lì.

“Sono arrivata domenica sera e sono entrata al cinema per la prima volta in un anno”, ha detto la regista francese Julie Ramage, che ha presentato il suo breve documentario. Come ordinare online. “In realtà, ho pianto … Era la prima volta che andavo in un cinema. Ho anche incontrato altri registi. Sono rimasto molto commosso.”

Tra coloro che sono arrivati ​​a Nyon c’era lo scrittore e regista francese Emmanuel Carrier, che ha fornito lezioni avanzate e ha ricevuto il premio onorario del festival.

Carrier ha rivelato che il suo nuovo film Tra due mondi Ora è completo e probabilmente apparirà a un festival entro la fine dell’anno. Ecco una citazione dal libro di saggistica più venduto di Florence Opinas Il Quai de Ouistreham L’autrice racconta la sua esperienza fingendo di essere una casalinga che vive di pane in Normandia. Juliette Binoche recita in un cast composto principalmente da non professionisti.

READ  Il Teatro dell'Opera di Roma lancia il suo programma di raccolta fondi e ne annuncia la riapertura

Sono stati presentati online due ulteriori corsi principali, del regista italiano Pietro Marcello e della regista salvadoregna messicana Tatiana Huizo.

Piani per versioni future

Le visioni si sono sovrapposte brevemente all’evento documentario danese CPH: DOX, che è stato spinto ad aprile per una migliore possibilità di organizzare eventi fisici durante la pandemia. Ciò ha portato ad alcuni problemi di programmazione, ma Bugis ha parlato di uno “scambio educato, amichevole e amichevole” tra i due festival che condividevano titoli specifici.

Bujès ha confermato che le future edizioni del festival manterranno alcuni elementi virtuali a seguito delle lezioni apprese negli ultimi dodici mesi. “Naturalmente, non c’è modo di tornare indietro”, ha aggiunto. “Hai solo il valore predefinito.” [festival] È un incubo e una triste soluzione per tutti noi. D’altra parte, abbiamo scoperto [staging the festival online] Ci consente di entrare in contatto con gli altri, sia in termini di pubblico che in termini di settore. “

Anche Madeline Robert, capo dell’industria, ha elogiato il festival, per quella che credeva fosse una versione di successo. C’erano circa 700 “decisori” che partecipavano alle attività del settore – un numero superiore a quello che sarebbe stato se il festival si fosse svolto solo fisicamente. Robert ha anche notato il numero crescente di partecipanti dal Nord America, inclusi i delegati del Sundance Institute. Personalità dei pesi massimi come il direttore del Sundance Tabitha Jackson e il direttore delle vendite Jason Ishikawa di US Cinetic Media hanno partecipato agli eventi del settore.

Hanno partecipato anche i principali agenti di vendita, inclusi rappresentanti di società come Dogwoof, Cat & Docs, Rise and Shine, Deckert Distribution e The Party Film Sales. Nel frattempo, Mark Cousins ​​è stato tra i grandi nomi del mondo dei documentari con nuovi progetti Guarda la storia È stato presentato come un work-in-progress, prima di essere annunciato come il film di chiusura di Sheffield Doc / Fest.

READ  Sopra il tabellone arriva il Golden Age Bar

Alcune nuove tendenze del settore sono diventate evidenti durante la VdR. Ad esempio, poiché le opportunità di finanziamento interno si esauriscono a causa delle turbolenze economiche interne, c’è stato un numero crescente di registi latinoamericani alla ricerca di opportunità di finanziamento e co-produzione con partner europei.

L’emozione principale quando il festival si avvicinava alla fine era un senso di sollievo per il fatto che il festival si fosse svolto come era accaduto, con esibizioni materiali a cui assistevano i registi.

Devo dire che gli ultimi giorni sono stati magici, ha detto Bugis. Screndely, Parlando mentre il festival volge al termine. “Questi ospiti qui sono davvero felici ed entusiasti. Anche se è una scala più piccola, c’è qualcosa nella gioia di essere al cinema e guardare film insieme e poter parlare di questo, anche se è con maschere e spaziatura”.

Visions du Réel Awards 2021

Concorso internazionale di film di fantasia

Gran Premio della Giuria
Faya Dai
Direttore: Jessica Bashir

Premio speciale della giuria

1970
Direttore: Tomas Volski; E il

Bambini terribili
Monastero: Ahmed Necdet Kobor

Concorso di luci sfolgoranti

Il premio Burning Lights Competition
Cerco cavalli
Direttore: Stefan Pavlovic

Premio speciale della giuria
scheggia
Direttore: Natalia Garayaldi

Menzione speciale
Il grande vuoto
Der: Sebastian Mays

Concorso nazionale

Premio al concorso nazionale
Nostromo
Direttore: Vesnick Maxville

Premio speciale della giuria
Record di quel tempo
Ders: Maria Yorio, Raphael Como