SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Factbox – Torna a bar, palestre e film: tracciare una strada per tornare alla normalità

(Reuters) – Con l’avvicinarsi dello slancio per il vaccino COVID-19, molti paesi stanno pianificando di tornare gradualmente alla normalità, aprendo le frontiere e consentendo alle persone di tornare a ristoranti, negozi e impianti sportivi dopo più di un anno di chiusure intermittenti.

Ecco alcuni dei loro piani, in ordine alfabetico:

Australia

L’Australia, che prevede di consentire i viaggi internazionali a partire dalla metà del 2022, ha revocato il divieto di ritorno dai suoi cittadini dall’India il 14 maggio.

Belgio

Il Belgio prevede di allentare quasi tutte le misure di blocco dal 9 giugno, a condizione che lo slancio della campagna di vaccinazione continui e il numero di persone nelle unità di terapia intensiva rimanga al di sotto di 500.

Gran Bretagna

I rivenditori non essenziali in Inghilterra hanno riaperto il 12 aprile insieme a bar e ristoranti all’aperto. Ospitalità al coperto, cinema, teatri e palestre hanno riaperto il 17 maggio. La Gran Bretagna ha anche consentito la ripresa dei viaggi internazionali, ma le persone che arrivano dalla maggior parte delle destinazioni rimangono in quarantena.

La regola della distanza sociale di 1 metro per ristoranti e bar potrebbe essere abbandonata il 21 giugno.

Francia

La Francia ha consentito a caffè, bar e ristoranti di offrire un servizio all’aperto dal 19 maggio. Il pranzo al coperto sarà consentito dal 30 giugno.

Ha anche posticipato il coprifuoco notturno alle 21:00 (1900 GMT) dalle 19:00, si sposterà alle 23:00 a partire dal 9 giugno e lo annullerà completamente il 30 giugno.

Tutti i negozi, musei, cinema e teatri hanno riaperto il 19 maggio. I turisti stranieri muniti di “tessera sanitaria” potranno visitare la Francia dal 9 giugno.

Disneyland Paris riaprirà il 17 giugno.

Germania

La Germania ha allentato le restrizioni sulle persone che sono state completamente vaccinate o si sono riprese dal virus dal 9 maggio e ha revocato il coprifuoco e le regole di quarantena, nonché l’impegno a presentare un risultato negativo del test per visitare un parrucchiere, lo zoo o fare shopping .

A partire dal 12 maggio, i viaggiatori possono entrare nel Paese senza necessità di essere messi in quarantena, ad eccezione di quelli provenienti da Paesi designati come zone pericolose.

Il 23 maggio, la Germania ha aperto il confine con la Francia a coloro che sono stati vaccinati, si sono ripresi o possono presentare un test COVID-19 negativo.

READ  Il prossimo film della Pixar si prende una vacanza estiva sull'affascinante costa italiana

Berlino ha accettato di revocare il coprifuoco notturno, allentare le restrizioni sugli acquisti dal 19 maggio e consentire i pasti all’aperto dal 21 maggio, se il tasso di infezione per sette giorni rimane inferiore a 100 per tre giorni consecutivi.

Altre regioni, come lo stato occidentale della Renania-Palatinato, stanno pianificando un programma di apertura in tre fasi a partire dal 12 maggio, con i ristoranti interni che apriranno il 2 giugno nelle aree di incidenza inferiore a 50.

Lo stato della Baviera ha consentito l’apertura di pranzi all’aperto e sale da concerto, opere, teatri e cinema dal 10 maggio nelle regioni con tassi di infezione inferiori. Hotel, case vacanza e campeggi hanno iniziato a riaprire dal 21 maggio. Permetteva anche viaggi in Austria.

La Bassa Sassonia ha allentato le restrizioni dal 10 maggio nelle aree a bassa infezione per i vaccinati, con un risultato del test negativo o prove di guarigione. Ciò includeva la riapertura di ristoranti all’aperto, alloggi per i viaggiatori locali e tutti i negozi al dettaglio.

Amburgo ha consentito la riapertura di negozi di ristorazione all’aperto e negozi al dettaglio dal 22 maggio, con teatri e sale da concerto che seguiranno dal 28 maggio.

Il paese nel suo insieme si sta preparando a tenere concerti all’aperto quest’estate, con l’allontanamento sociale e il test COVID-19 per partecipare, e se i casi cadono, i fan dovrebbero tornare alle partite di calcio ad agosto.

Grecia

La Grecia ha riaperto ristoranti e bar dal 3 maggio, spiagge organizzate l’8 maggio e l’industria del turismo il 15 maggio. I turisti provenienti dall’Unione Europea, dalla Gran Bretagna, dagli Stati Uniti e da Israele possono visitarli a condizione che siano vaccinati o guariti dal virus. .

India

La capitale indiana, Nuova Delhi, prevede di iniziare ad allentare il suo rigoroso blocco del coronavirus dal 31 maggio se nuovi casi continuano a cadere in città.

Israele

Israele ha riaperto i suoi confini ai turisti stranieri il 23 maggio. Nell’ambito di un programma pilota, che dovrebbe durare fino al 15 giugno, Israele ha dato il via libera alle visite di 20 gruppi da cinque a 30 turisti provenienti da paesi tra cui Stati Uniti, Gran Bretagna e Germania.

READ  Kyle Sandilands rivela i piani per la sua festa per i 50 anni

Italia

I caffè, i ristoranti, i cinema e i teatri italiani sono stati parzialmente riaperti nella maggior parte delle regioni il 26 aprile e il pranzo al coperto sarà consentito dal 1 ° giugno.

Le piscine all’aperto sono aperte dal 15 maggio e alcune attività in palestra riprenderanno il 1 ° giugno.

L’Italia ha revocato le restrizioni di quarantena per i viaggiatori provenienti dall’Europa, dai paesi dell’area Schengen, dalla Gran Bretagna e da Israele, a partire dal 15 maggio.

Il 18 maggio ha posticipato il coprifuoco notturno alle 23:00 dalle 22:00 e ha allentato altre restrizioni nelle zone a basso rischio. Il coprifuoco inizierà a mezzanotte del 7 giugno e verrà revocato dal 21 giugno. Le palestre hanno riaperto il 24 maggio e i ristoranti potranno servire i clienti ai tavoli interni dal 1 ° giugno.

Giappone

Il 21 maggio, il Giappone ha aggiunto Okinawa alla sua lista di prefetture soggette a misure di emergenza più severe. Le misure rimarranno in vigore a Okinawa fino al 20 giugno. Il primo ministro Yoshihide Suga deciderà entro la fine di maggio se estendere o revocare le restrizioni alle altre nove province.

Olanda

I Paesi Bassi hanno revocato il coprifuoco a livello nazionale il 28 aprile.

Parchi, zoo, palestre e piscine all’aperto hanno riaperto il 19 maggio, mentre il servizio all’aperto nei bar e nei ristoranti è stato prolungato di due ore fino alle 20:00 e le biblioteche pubbliche sono state aperte il 20 maggio e si prevede che seguiranno musei e servizi interni nei ristoranti nel tre settimane.

Polonia

La Polonia ha riaperto i centri commerciali il 4 maggio, gli hotel dall’8 maggio e i ristoranti possono servire cibo all’aperto dal 15 maggio. Entro la fine di maggio, tutti i bambini potranno tornare a scuola e ad eventi come matrimoni con un massimo di 50 persone. Ammissibile.

Ha inoltre rinviato di una settimana fino al 21 maggio la riapertura di cinema, teatri, sale da concerto e istituzioni culturali.

I pasti al coperto, gli impianti sportivi al coperto e le piscine possono riaprire con limitazioni di capacità il 28 maggio.

Qatar

Il 9 maggio, il Qatar ha deciso di revocare gradualmente le misure in quattro fasi, iniziando il 28 maggio e terminando il 30 luglio.

Arabia Saudita

Il 17 maggio l’Arabia Saudita ha aperto le sue frontiere terrestri, marittime e aeree. A partire dal 20 maggio, i visitatori stranieri che arrivano in aereo dalla maggior parte dei paesi non devono più essere messi in quarantena se vengono vaccinati.

READ  Re Guglielmo Alessandro ha criticato la sua visita ai tifosi durante Euro 2020

Spagna

Il coprifuoco è stato revocato nella maggior parte della Spagna il 9 maggio. Da allora, la responsabilità delle procedure di emergenza spetta alle singole regioni.

Dal 24 maggio, la Spagna consentirà alle persone provenienti da paesi a basso rischio non UE di entrare senza un test PCR negativo.

A partire dal 7 giugno, gli impollinatori potranno entrare nel Paese da qualsiasi parte del mondo.

tacchino

La Turchia ha iniziato ad allentare il blocco il 17 maggio consentendo il movimento durante il giorno mantenendo in vigore un coprifuoco notturno e nel fine settimana fino al 1 giugno.

Stati Uniti d’America

Il 3 maggio, ai newyorkesi è stato permesso di bere qualcosa in un bar al coperto per la prima volta da mesi, giorni dopo che il sindaco Bill de Blasio aveva annunciato che la città avrebbe dovuto riaprire completamente il 1 ° luglio.

La metropolitana, che è stata chiusa dalle 2:00 alle 4:00 per disinfettare stazioni e automobili, ha ripreso il servizio 24 ore su 24 il 17 maggio.

Il 3 maggio, il governatore della Florida Ron DeSantis ha firmato un ordine esecutivo che pone fine a tutti gli ordini di emergenza locali.

Gli stati di New York, New Jersey e Connecticut hanno revocato la maggior parte delle restrizioni sulla capacità commerciale, inclusi negozi al dettaglio, servizi di ristorazione e palestre, il 19 maggio.

La California aumenterà la maggior parte dei limiti di capacità di folla rimanenti e i requisiti di spazio fisico il 15 giugno.

La Virginia prevede di revocare tutte le restrizioni il 15 giugno, ad eccezione del mandato della maschera, mentre il Minnesota prevede di rimuovere tutte le restrizioni entro il 1 ° luglio o prima se il 70% dei residenti dello stato di età superiore ai 16 anni viene vaccinato.

(A cura di Vladimir Sadikov, Dagmara Makos e Federica Urso. A cura di Mila Nessi e Mark Potter)