SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

È una corsa all’80% per il modo migliore di convivere con il COVID

Il coronavirus ha elevato i primi ministri dello stato a una nuova statura. I governi statali, non il governo federale, hanno condotto la lotta per contenere il COVID in tutta l’Australia. Sebbene gli arresti abbiano stimolato l’opposizione, la maggior parte dei governi statali ha avuto una forte approvazione per la gestione della pandemia. Presto dovranno presentare nuovamente domanda.

Il nostro nuovo rapporto Corsa a 80: I nostri La migliore occasione per convivere con il COVIDSpiega che una vaccinazione completa dell’80% di tutti gli australiani e del 95% di quelli con più di 70 anni ci darà le migliori possibilità di tornare gradualmente alla vita normale, con frontiere aperte e senza blocchi. Niente di meno, e rischiamo un rapido aumento dei casi di COVID allagando i nostri ospedali.

Finora, garantire il nostro biglietto fuori dai blocchi vaccinando l’Australia è stato visto come il compito del governo Morrison. È completamente caduto nel primo ostacolo: garantire vaccini adeguati. Ma a partire da ottobre, il problema non sarà il display. L’Australia avrà presto dosi sufficienti per vaccinare l’80% di tutti gli australiani. Nove australiani su 10 affermano di voler essere vaccinati. La sfida invece sarà ottenere quei colpi alle braccia il più velocemente possibile.

I paesi possono aiutare. Hanno molte funzionalità nel gioco: più tempo impiega il lancio, più tempo potrebbero dover imporre più blocchi e chiudere i confini statali. E gli stati sembrano entusiasti: molti hanno stabilito importanti “hub” in previsione della fornitura di vaccini e hanno ripetutamente espresso frustrazione per il fatto che non siano state loro assegnate dosi adeguate.

Il governo federale dovrebbe lasciarli aiutare. Secondo il suo piano attuale, il governo federale assegnerà solo tra cinque e un quarto delle dosi di vaccino da agosto a dicembre per le strutture statali. La maggior parte dell’offerta dovrebbe essere lasciata ai medici di base. Questo equilibrio è sbagliato. I medici di base sono una parte importante della startup: circa la metà degli australiani che non sono stati vaccinati a giugno ha dichiarato che preferirebbe ricevere la vaccinazione da un medico di famiglia. Ma molte persone non hanno un medico di famiglia regolare e ci sono restrizioni sul numero di dosi che i medici possono somministrare. Dobbiamo essere più ambiziosi.

READ  Derek Chauvin potrebbe dover affrontare una condanna più lunga per l'omicidio di George Floyd dopo che un giudice americano ha stabilito che era `` particolarmente duro ''

Le cliniche statali esistenti, come il Melbourne Convention Centre e il Royal Exhibition Building, sono più efficienti. Possono erogare fino a 1.400 dosi ogni otto ore, circa da due a cinque volte di più rispetto ai medici di base. Possono offrire escursioni, lavorare per lunghe ore e sono molto visibili.

I governi statali dovrebbero espandere i loro centri di vaccinazione per rendere il più semplice possibile per chiunque voglia farsi un’iniezione. Le cliniche dovrebbero essere allestite in luoghi appropriati: nei principali eventi sportivi, nei luoghi di lavoro, nelle università, nelle stazioni ferroviarie, nei complessi delle autorità abitative, nei centri urbani regionali, nei centri religiosi e nelle scuole. Possono eseguire programmi di vaccinazione mobili e visite a domicilio per colpire le aree non vaccinate o per raggiungere gruppi che potrebbero avere difficoltà a trovare il tempo per la vaccinazione, come i genitori single.

I governi statali devono anche essere disposti ad abbracciare gli incentivi più forti nel loro arsenale – richiedendo “passaporti vaccinali” locali per accedere a grandi eventi, grandi spazi pubblici, luoghi di ospitalità e intrattenimento, misure giustificate quando l’alternativa sono restrizioni sull’intera popolazione. Quasi tre quarti degli australiani sostengono questa idea. Molti paesi hanno già implementato passaporti per le vaccinazioni e il governo federale ha sviluppato certificati digitali per consentire che ciò avvenga qui.