SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

‘Dune’ e il film biografico della principessa Diana debuttano al Festival del cinema di Venezia costellato di stelle star

Barbera ha affermato che cinque dei 21 film in concorso sono stati diretti da donne, in calo rispetto agli otto dell’anno scorso. “Può sembrare un passo indietro, ma è solo una visione parziale”, ha aggiunto. Ha detto che le registe sembrano essere state esposte alla pandemia di coronavirus più delle loro controparti maschili, aggiungendo: “Spero davvero che tornino”.

Bong Joon-ho, regista di “Parasite” guiderà la giuria del concorso che comprende anche l’attrice britannica Cynthia Erivo e Chloe Chao, regista di “Nomadland”, che lo scorso anno ha vinto il Leone d’Oro e l’Oscar per il miglior film.

Il festival di quest’anno potrebbe vedere i film di successo tornare a Venezia, ma sarà ancora lontano dagli affari come al solito. Roberto Secoto, capo del festival, ha dichiarato in conferenza stampa che le regole introdotte lo scorso anno per limitare la diffusione del coronavirus, come la prenotazione obbligatoria dei posti e le mascherine per gli spettacoli al chiuso, probabilmente continueranno.

In linea con le disposizioni del governo italiano che entreranno in vigore il 6 agosto, chiunque assisterà agli spettacoli, o anche solo mangerà al chiuso nel luogo del festival, sarà tenuto a dimostrare di aver ricevuto almeno una dose del vaccino Covid-19, recente negativo test. Risultato o certificato comprovante la guarigione da malattia negli ultimi sei mesi

Il governo italiano ha annunciato i requisiti questo mese poiché il numero di virus è aumentato in tutto il paese. Domenica, le autorità sanitarie pubbliche hanno segnalato 4.742 nuovi casi di infezione. È ben al di sotto del picco di quest’anno di oltre 25.000 nuovi casi giornalieri a marzo, ma l’aumento dei casi ha causato preoccupazione in un paese che la pandemia ha colpito duramente l’anno scorso.

READ  Chariots of Fire è ancora il miglior film olimpico di tutti i tempi?

“Quest’anno speravamo di essere più rilassati”, ha detto Sekoto. “Al momento, non lo è. Ma siamo ancora fiduciosi”.