SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Dai vaccini al clima, il G7 spera di dimostrare che l’Occidente non è ancora finito

LONDRA/WASHINGTON (Reuters) – Il Gruppo dei Sette ricche democrazie cercherà di mostrare al mondo al vertice di questa settimana che l’Occidente può ancora agire di concerto per affrontare le grandi crisi donando centinaia di milioni di vaccini COVID-19 ai paesi poveri e impegnandosi per rallentare il cambiamento climatico.

FOTO FILE: Il logo del G7 appare su un cartello informativo vicino al resort dell’hotel Carbis Bay dove è previsto il vertice del G7 dei leader mondiali per giugno, St Ives, Cornovaglia, Gran Bretagna sudoccidentale il 24 maggio 2021. REUTERS/Toby Melville

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, nel suo primo viaggio all’estero da quando ha conquistato il potere, cercherà di utilizzare il vertice nel villaggio costiero inglese di Carbis Bay per lucidare le sue credenziali multilaterali dopo le turbolenze della presidenza di Donald Trump.

Che si tratti di COVID-19 o di cambiamenti climatici, i leader di Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Stati Uniti vogliono chiarire che l’Occidente può competere con la forza della Cina e la perseveranza della Russia.

“Questa è una domanda che definisce il nostro tempo: le democrazie possono unirsi per fornire risultati reali per la nostra gente in un mondo in rapida evoluzione?” ha chiesto Biden, 78 anni, in un articolo del 5 giugno sul Washington Post.

Le alleanze e le istituzioni democratiche che hanno plasmato gran parte del secolo scorso si dimostreranno capaci di affrontare le minacce e gli avversari dell’età moderna? Penso che la risposta sia sì”.

Alla fine della settimana, i ministri delle finanze del G7 hanno concordato un accordo su un’aliquota minima dell’imposta sulle società, che secondo il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen riflette il desiderio di lavorare insieme.

READ  La spesa per COVID-19 ha contribuito a portare gli aiuti esteri ai massimi storici nel 2020, ma è necessario uno sforzo maggiore - Mondo

“Dimostra che la cooperazione multilaterale può avere successo”, ha affermato.

Biden incontrerà il primo ministro britannico Boris Johnson, presidente del vertice, giovedì, un giorno prima dell’inizio della riunione dei leader di tre giorni. E domenica Biden diventerà il tredicesimo presidente degli Stati Uniti a incontrare la regina Elisabetta II, 95 anni, che lo riceverà al Castello di Windsor.

Quindi si reca a Bruxelles per il vertice NATO e UE prima di incontrare il presidente del Cremlino Vladimir Putin a Ginevra il 16 giugno.

Il Gruppo dei Sette è stato istituito nel 1975 come forum per le nazioni più ricche per discutere di crisi come l’embargo petrolifero dell’OPEC. Il loro prodotto interno lordo combinato è di $ 40 trilioni, o poco meno della metà dell’economia globale.

Tuttavia, l’Occidente si sente insicuro. Il coronavirus ha travolto gli Stati Uniti e l’Europa e il cambiamento climatico ha messo in discussione i presupposti di molti dei loro modelli economici. Affronta l’esuberante Cremlino di Mosca e lo stupefacente riemergere della Cina come grande potenza.

Il vertice del G7 a Carbis Bay, 300 miglia a ovest di Londra, sarà il primo per Biden, l’italiano Mario Draghi e il giapponese Yoshihide Suga, e il primo vertice post-Brexit per Johnson.

Sarà l’ultimo del G7 per Angela Merkel prima che si dimetta da cancelliere tedesco dopo le elezioni di settembre, e l’ultimo per Emmanuel Macron in vista delle elezioni del 2022 in Francia. Sono stati invitati i leader di Australia, India, Corea del Sud e Sudafrica, anche se il primo ministro indiano Narendra Modi salterà l’incontro a causa di un caso COVID-19 in casa.

Dietro le dichiarazioni pubbliche, affermano i diplomatici, i leader del G7 parleranno di come impegnarsi con Cina e Russia, come ripristinare trilioni di dollari di ricchezza spazzati via dal virus COVID-19 e come garantire il libero scambio in un mondo orientato alla Cina .

READ  Una guida per tutto quello che c'è da sapere

La Cina, la seconda economia mondiale, non è mai stata membro del G7. La Russia, riconosciuta come membro del Gruppo degli Otto sei anni dopo la caduta dell’Unione Sovietica, è stata sospesa nel 2014 dopo aver annesso la Crimea dall’Ucraina.

Sia Mosca che Pechino hanno chiesto al G7 di smettere di interferire nei loro affari.

Dopo che molti paesi ricchi hanno accumulato vaccini per il COVID-19, Johnson vuole che il G7 doni centinaia di milioni di dosi ai paesi poveri, molti dei quali sono in ritardo rispetto all’Occidente nel vaccinare le loro popolazioni.

“Vaccinare il mondo entro la fine del prossimo anno sarà il più grande successo nella storia della medicina”, ha affermato Johnson.

Oltre alla sicurezza che interesserà i leader mondiali, migliaia di manifestanti cercheranno di interrompere il vertice per preoccupazioni che vanno dal cambiamento climatico a un disegno di legge che conferisca alla polizia britannica più poteri per frenare le manifestazioni.

“I nostri diritti non sono stati ottenuti con una protesta silenziosa ed educata. I nostri diritti sono stati conquistati essendo rumorosi, fastidiosi e fastidiosi, ha affermato Kill The Bill – una delle circa 20 organizzazioni di attivisti che si sono unite alla “Resistenza del G7”.

(Segnalazione di Guy Faulconbridge). Montaggio di Peter Graf