SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Covid Australia: i Sydneysider rimuovono di nuovo la carta igienica dal supermercato nonostante il blocco

Stanno scherzando? I lavoratori di Sydney rimuovono di nuovo la carta igienica dal supermercato mentre quattro hotspot sono chiusi

  • Gli scaffali di Coles e Woolworths a Sydney sono stati spogliati della carta igienica
  • Nessun colosso dei supermercati ha reimpostato le restrizioni all’acquisto della carta igienica
  • Gli acquirenti frustrati hanno invitato gli altri a fare scorta nonostante non fossero chiusi

I residenti di Sydney stanno iniziando a farsi prendere dal panico per comprare di nuovo la carta igienica nonostante la città abbia evitato il blocco durante la recente epidemia di coronavirus.

In scene che ricordano la prima ondata di Covid nel marzo 2020, gli scaffali di Coles e Woolworths in tutta Sydney sono stati ancora una volta strappati dal bagno.

Nessuno dei supermercati ha ripristinato le restrizioni sugli acquisti di carta igienica, ma gli acquirenti frustrati hanno invitato gli altri a fare scorta.

“Non fatevi prendere dal panico comprando di nuovo la carta igienica a Sydney”, ha scritto una persona su Twitter insieme a una foto di scaffali vuoti di un supermercato.

Nessun colosso dei supermercati ha reimpostato le restrizioni all'acquisto della carta igienica

In scene che ricordano la prima ondata di Covid nel marzo 2020, gli scaffali di Coles e Woolworths in tutta Sydney sono stati nuovamente rimossi dal bagno.

“Mi chiedo ancora perché la gente pensa che la carta igienica debba essere raccolta completamente dallo scaffale ogni volta che si chiude?” Un altro tweet.

Questo è successo anche quando i negozi hanno assicurato che c’erano milioni di rotoli in più in cantiere e nessuno sarebbe mai finito. follia.’

READ  Apple ha pubblicato un rapporto sul proprio impatto ambientale per il 2021, definendo gli obiettivi futuri per il regno delle informazioni aziendali / digitali

Alcuni supermercati hanno riferito di avere ancora molta carta igienica, mentre altri hanno affermato di averne solo una piccola scorta.

Scott Morrison aveva precedentemente condannato gli acquirenti egoisti per acquisti di panico durante l’inizio della pandemia.

Smettila di accumulare. Non potrei essere più franco su questo. Smettila, ha detto lo scorso marzo.

Questo non è ciò che siamo come popolo. non è necessario. Non è qualcosa che le persone dovrebbero fare.

Gli acquirenti frustrati hanno invitato altre persone a fare nuovamente scorta di carta igienica

Gli acquirenti frustrati hanno invitato altre persone a fare nuovamente scorta di carta igienica

Alcuni supermercati hanno riferito di avere ancora molta carta igienica, mentre altri hanno affermato di averne solo una piccola scorta

Alcuni supermercati hanno riferito di avere ancora molta carta igienica, mentre altri hanno affermato di averne solo una piccola scorta

‘È sciocco.’ Non è australiano, dovrebbe finire, e chiederei alle persone di fare l’una con l’altra la cosa giusta nell’affrontare questo tipo di pratiche.

Finora sono 36 i casi legati al cosiddetto blocco Bundi scoppiato nella zona est della città la scorsa settimana.

Il primo ministro Gladys Berejiklian ha avvertito giovedì che lo stato stava affrontando un periodo di “orrore” dall’inizio dell’epidemia.

E sono stati registrati 18 nuovi casi da 48.402 esami entro 24 ore fino alle otto di sera di mercoledì, 13 dei quali precedentemente annunciati.

Dopo le 20 sono stati rilevati altri sei casi – che verranno inclusi nel conteggio ufficiale di venerdì – che si aggiungono ai cinque nuovi casi confermati giovedì per un conteggio di 11, per un totale di 36.

Tutti i nuovi casi tranne uno sono associati a un caso o gruppo noto.

NSW Health ha aggiunto diversi siti di esposizione, tra cui due caffè a Potts Point, due caffè ad Alessandria e un centro benessere a Bondi Junction, al suo elenco di luoghi di interesse giovedì sera e venerdì mattina.

Nonostante la diffusa speculazione che Sydney stia per chiudere di nuovo, la signora Berejiklian ha mantenuto i nervi saldi ma ha segnalato un assalto della polizia per arrestare chiunque sfugga alle restrizioni annunciate mercoledì.

“Dall’inizio della pandemia, questo è stato probabilmente il periodo più terrificante che ha attraversato il NSW”, ha detto giovedì.

“È una variante altamente contagiosa (delta) ma allo stesso tempo ci sentiamo a nostro agio a questo punto perché le impostazioni che ci sono sono quelle giuste, ma a patto che tutti facciano la cosa giusta”.

Annunci