Come funzionano le maschere di ossigeno sugli aerei? I viaggiatori sono rimasti stupiti nello scoprire che ciò a cui si stavano collegando non era un serbatoio d’aria

I viaggiatori hanno appena scoperto che le maschere di ossigeno sugli aerei non sono collegate a un serbatoio d’aria.

Joe Horniman, un assistente medico americano in medicina d’urgenza, ha spiegato come le maschere che cadono dal tetto dell’aereo utilizzano un generatore di ossigeno, noto anche come “candele di ossigeno”.

“Ragazzi, conoscete le maschere di ossigeno che ci sono sugli aerei? Sapete quelle che cadono in caso di emergenza… Queste maschere non sono affatto collegate a un serbatoio di ossigeno o a qualsiasi tipo di serbatoio d’aria”, ha detto in un video che ora è diventato virale.

Per ulteriori notizie e video sullo stile di vita, visita Lifestyle >>

“Penso che ciò a cui sono associati sia molto più interessante e, a quanto pare, più sicuro e affidabile.”

Spiegando la scienza dietro le maschere, Joe ha detto che la candela rilascia ossigeno sotto forma di gas quando brucia.

“Se senti odore di bruciato dopo che le maschere sono cadute, probabilmente è questo”, ha detto.

Joe Horniman ha rivelato come le maschere di ossigeno sugli aerei non siano collegate ad alcun serbatoio d’aria. Gli aeroplani usano “candele all’ossigeno”. credito: joespinstheglobe

Tuttavia, Joe ha detto che l’odore di fumo non è nulla di cui preoccuparsi.

Ha detto: “Il dispositivo è chiamato generatore di ossigeno ed è in grado di immagazzinare molto ossigeno in un piccolo spazio perché l’ossigeno viene immagazzinato come solido sotto forma di clorato di sodio”.

“Quando abbassi la maschera, il percussore si spegne e accende il primer, che si riscalda fino a oltre 1.000 gradi Fahrenheit.

“Sotto questo calore intenso, il clorato di sodio si decompone in gas ossigeno e principalmente sale da cucina. L’ossigeno passa attraverso un filtro e scende attraverso un tubo nella maschera dove lo espiri.

READ  La battaglia per l’estrazione mineraria in acque profonde si sta intensificando

“Il dispositivo è talvolta chiamato candela all’ossigeno perché brucia lentamente e alla fine rimane senza ossigeno.”

Le candele all’ossigeno negli aeroplani sono progettate “per durare abbastanza a lungo da consentire al pilota di scendere a un’altitudine di sicurezza”, ha detto.

Il suo video è stato visto più di 5,8 milioni di volte e molti sono rimasti sbalorditi dalla rivelazione.

“Non lo sapevo. Mio nipote di 11 anni e io abbiamo imparato qualcosa di nuovo oggi”, ha detto uno.

Un altro ha suggerito: “Wow, è molto interessante e non lo sapevo prima”.

Uno ha rivelato: “Me lo stavo chiedendo perché le bombole di ossigeno possono esplodere”.

Un altro ha condiviso: “Sono un pilota e non lo sapevo. In effetti, i nostri aerei più piccoli hanno piccoli serbatoi di ossigeno e il loro rifornimento è molto costoso.

Mentre uno ha aggiunto: “Wow! Questo è qualcosa che non avevo mai saputo e che non sapevo di dover sapere! Ma ora che lo so, mi sento molto meglio con loro.

I passeggeri hanno appena scoperto che le maschere di ossigeno sugli aerei non sono collegate a un serbatoio d’aria, foto d’archivio. credito: Foto dell’acquirente/Immagini Getty

Diversi dipendenti della compagnia aerea hanno confermato la validità della dichiarazione di Joe, spiegando come funzionano le maschere di ossigeno.

“La maggior parte delle persone non sa che il motivo per cui la maschera viene tirata verso di sé è per avviare una reazione. Spesso la maschera cade e le persone saltano questo passaggio importante”, ha detto una persona.

“Come assistenti di volo, abbiamo imparato che è davvero importante far sapere ai passeggeri che devono abbassare la maschera per avviare il flusso di ossigeno”, ha spiegato un altro.

READ  Macron suggerisce che la coalizione anti-Isis combatta Hamas

Uno ha aggiunto: “Ho lavorato con questi, e durano 20 anni tra una sostituzione e l’altra. È così divertente sgonfiarli e non toccarli, perché fa così caldo.”

Mentre un altro ha spiegato: “Vero, ma non al 100 per cento”. Alcuni aerei sono dotati di serbatoi di stoccaggio dell’ossigeno per i passeggeri in situazioni di emergenza. “Non è più comunemente usato.”

Nel frattempo, molti hanno ammesso di essere sollevati nell’apprendere che c’era uno scopo dietro le maschere di ossigeno.

Uno ha scherzato: “Pensavo che avresti detto che era solo per farti credere che eri al sicuro e non hanno fatto nulla”.

“Pensavo che avresti detto che sono collegati all’aria esterna”, ha detto un altro.

Per contenuti sullo stile di vita più coinvolgenti, visita 7Life su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto