SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Chi trae vantaggio dagli incendi in Italia? Come sempre – Mafia

Una delle estati più secche e calde dell’Europa meridionale, che copre gran parte dell’Italia Wildfire Uccide la fauna selvatica e minaccia villaggi, parchi e terreni agricoli. Secondo gli esperti, anche la mafia può trarre profitto da questo disastro.

Il fatto che la mafia abbia accumulato fiamme nel sud del paese più potente ha portato alcuni a dimostrare che dietro l’incendio potrebbe esserci la mafia. (Fonte: Flickr.com)“In caso di emergenza, la mafia ne trarrà beneficio”, ha detto a OCCRP Sergio Nassaro, esperto di criminalità organizzata che è stato portavoce del capo della commissione parlamentare anti-Margia. “La mafia beneficia di ogni momento di emergenza, di distruzioni, di soccorsi, di bonifiche”.

Con 120.000 ettari di terra bruciati, molti contadini sono frustrati, e in Italia, quando arriva la frustrazione, la mafia entra per prima. Tuttavia, il loro supporto ha sempre un prezzo.

Non stanno bruciando solo fattorie, ma anche vaste aree di parchi nazionali in Italia. Con 245 miliardi di dollari USA Assegnato all’Italia Nell’ambito del piano di ripresa economica post-epidemia dell’UE, una buona parte della terra bruciata dovrebbe essere inclusa in progetti forestali per progetti di “cambiamento verde”, un’industria che le mafie italiane hanno già dimostrato Avrei dovuto penetrare.

Le fiamme si sono accumulate nel sud del paese dove la mafia è più potente, portando alcuni a ipotizzare che la mafia possa essere dietro l’incendio.

Le zone colpite sono invece la parte più calda e arida della penisola.

Roberto Singolani, Ministro del Green Change in Italia, recentemente Ha detto il parlamentareIl 70% degli incendi sembra essere il risultato di attività umane ed è lecito chiedersi se siano dovuti a negligenza o cattiveria.

READ  Eni acquisisce il secondo operatore italiano di stazioni di ricarica per veicoli elettrici - PV Magazine International

“Non credo che ci sia un piano”, ha detto Nassaro. “Ci sono molte ragioni per accendere un fuoco. Forse vuoi la terra di qualcun altro, forse per vendetta, forse per soldi per il restauro.”

Tuttavia, poiché la Sicilia continua a fornire sostanziali finanziamenti per progetti di energia solare “cambiamento verde”, gli agricoltori italiani si sono rivolti all’autorità antimafia dell’isola per rifiutarsi di vendere le loro terre poiché i nuovi proprietari possono riempire i pannelli di luce solare, Vivi Cecilia Rapporto