SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Centinaia di persone tengono una fiaccolata a Hong Kong per celebrare la repressione di Piazza Tiananmen nonostante il divietomen

Centinaia di persone si sono radunate vicino a un parco di Hong Kong nonostante il divieto di una fiaccolata annuale per commemorare la micidiale repressione della Cina in Piazza Tiananmen a Pechino e l’arresto di un precedente organizzatore della veglia.

Polizia di Hong Kong La veglia è stata vietata per il secondo anno consecutivo, con il pretesto delle restrizioni sul distanziamento sociale dovute al virus Corona, sebbene non ci siano stati casi locali nella città cinese semi-autonoma da più di sei settimane.

La polizia ha chiuso gran parte del Victoria Park – il luogo della precedente veglia – nel famoso quartiere dello shopping di Causeway Bay e ha avvertito le persone di non partecipare a raduni non autorizzati, che potrebbero comportare una condanna fino a cinque anni di carcere.

Nonostante il divieto e la forte presenza della polizia, venerdì sera centinaia di persone si sono comunque presentate per passeggiare lungo il perimetro del parco.

Alle 20:00, molti hanno acceso torce sui loro smartphone mentre altri hanno acceso candele In memoria di coloro che hanno perso la vita quando l’esercito cinese ha soppresso le proteste studentesche a favore della democrazia in Piazza Tiananmen il 4 giugno 1989.

Centinaia, se non migliaia, sono stati uccisi nella repressione.

Negli anni passati, decine di migliaia di persone si sono radunate a Victoria Park per onorare i morti.

L’anno scorso, migliaia di persone hanno partecipato nonostante il divieto di accendere candele e cantare canzoni. La polizia ha successivamente accusato più di 20 attivisti di aver partecipato all’evento.

La gente cammina con le candele per celebrare l'anniversario della repressione militare contro un movimento studentesco pro-democrazia in Cina
Centinaia hanno fiancheggiato il perimetro del Victoria Park, dove di solito si tiene la veglia.(

AP: Ken Cheung

)

Un uomo che si è unito a centinaia vicino al parco e ha menzionato solo il suo cognome, Wong, per paura di ritorsioni, ha detto che la repressione di Piazza Tiananmen è stata un ricordo condiviso da Hong Kong, e voleva commemorare gli studenti e i cittadini uccisi dalla Liberazione del Popolo esercito.

Il Partito comunista cinese al potere non ha mai permesso eventi pubblici sulla terraferma per celebrare l’anniversario, e la sicurezza è stata rafforzata in piazza Pechino, con la polizia che controlla le carte d’identità dei pedoni mentre gli autobus turistici trasportano i turisti cinesi dentro e fuori.

Funzionari cinesi affermano che il rapido sviluppo economico del paese negli anni successivi a quello che chiamano il “tumulto politico” del 1989 dimostra che le decisioni prese all’epoca erano corrette.

Gli sforzi per sopprimere la memoria pubblica degli eventi di Tiananmen si sono recentemente rivolti a Hong Kong.

Le persone accendono candele a LED per celebrare l'anniversario della campagna militare
La veglia è stata vietata per il secondo anno a causa delle restrizioni sul distanziamento sociale del coronavirus.(

AP: Ken Cheung

)

Oltre a vietare le veglie, un museo temporaneo è stato chiuso il 4 giugno dopo una visita delle autorità all’inizio di questa settimana.

Gli sforzi vengono in mezzo Mosse radicali per sopprimere l’opposizione in cittàtra cui una nuova legge sulla sicurezza nazionale, modifiche al sistema elettorale e l’arresto di diversi attivisti che hanno partecipato alle proteste a favore della democrazia che hanno travolto Hong Kong nel 2019.

prima di venerdì, La polizia ha arrestato Zhou Hang-tung, vicepresidente dell’Alleanza di Hong Kong che ha organizzato una fiaccolata annuale a Hong Kong.gruppo ha detto.

Sebbene la polizia non abbia identificato la signora Chow, ha affermato di aver arrestato una donna di 36 anni dell’Alleanza di Hong Kong perché stava pubblicizzando e pubblicizzando un raduno non autorizzato tramite i social media nonostante il divieto di veglia della polizia.

Un ufficiale di polizia alza un cartello che avverte le persone di non accendere candele per celebrare l'anniversario della campagna militare
C’era una forte presenza della polizia a Hong Kong per far rispettare il divieto di assembramento.(

AP: Ken Cheung

)

Dopo che il divieto è stato emesso, la signora Zhao ha esortato le persone a celebrare l’evento in privato accendendo una candela ovunque si trovassero.

In una precedente intervista con l’Associated Press, l’avvocato Zhao ha detto che si aspettava che sarebbe stata imprigionata.

“Sono già perseguitato per aver partecipato e incitato a una fiaccolata l’anno scorso”, ha detto.

Altri due membri chiave dell’alleanza di Hong Kong – Lee Cheok Yan e Albert Ho – sono dietro le sbarre per essersi uniti a raduni non autorizzati durante le proteste del 2019.

Venerdì pomeriggio, all’Università di Hong Kong, gli studenti hanno partecipato al lavaggio annuale della scultura “Pilastro della vergogna”, eretta per commemorare le vittime della repressione di Tiananmen.

Charles Kwok, presidente dell’Unione studentesca, ha affermato che l’evento era legale.

“Ripulendo il pilastro della vergogna, impareremo come i nostri antenati difendevano la libertà di parola prima e non ci arrenderemo facilmente”, ha detto Kwok.

Amnesia forzata

Hong Kong Victoria Park è vuoto il 4 giugno 2021
Parti del Victoria Park sono state chiuse al pubblico, a differenza degli anni precedenti.(

Afp: Vincent Yu

)

Il governo cinese non ha risposto a un appello di Tiananmen Mothers, pubblicato sul sito web China Human Rights, che esortava il partito a pubblicare i documenti ufficiali sulla campagna, a fornire un risarcimento per i morti e i feriti e a chiedere conto ai responsabili.

L’organizzazione delle Madri di Tiananmen ha affermato che molti giovani cinesi “sono stati educati in un falso senso di gioia fiorente e di glorificazione forzata del governo”. [and] Non hanno idea o si rifiutano di credere a quello che è successo il 4 giugno 1989″.

La soppressione delle commemorazioni di Tiananmen negli ultimi anni è stata accompagnata da una severa repressione delle minoranze religiose ed etniche in Tibet, nella regione nord-occidentale dello Xinjiang e nella Mongolia interna, insieme a severe restrizioni ai diritti politici a Hong Kong.

Nell’autogoverno di Taiwan, gli attivisti che ospitano l’annuale monumento a Tiananmen si sono per lo più trasferiti online mentre l’isola affronta il peggior focolaio dell’epidemia di coronavirus.

Un padiglione commemorativo temporaneo è stato allestito a Taipei per consentire alle persone in piccoli gruppi di lasciare fiori e altri ricordi.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha rilasciato una dichiarazione di sostegno a coloro che difendono le vittime e perseguono la verità.

“Non dobbiamo mai smettere di cercare trasparenza sugli eventi di quel giorno, compreso un resoconto completo di tutti coloro che sono stati uccisi, detenuti e dispersi”, afferma la nota.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha denunciato la dichiarazione come un’interferenza negli affari interni della Cina e ha affermato che gli Stati Uniti dovrebbero “prima guardarsi allo specchio e pensare ai loro scarsi risultati in materia di diritti umani”.

“In quale situazione gli Stati Uniti possono tenere conferenze sui diritti umani?” Ha detto, citando il massacro del 1921 contro i residenti neri di Tulsa, in Oklahoma, la discriminazione contro le minoranze e le azioni americane in Medio Oriente.

AP

READ  Il cinese Sinopharm è diventato il primo vaccino non occidentale a ottenere l'approvazione dell'OMS