SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Casi di COVID in NSW in aumento, casi di COVID in Victoria in aumento, casi di ACT COVID in aumento, blocco del NSW che continua, blocco del Victoria che continua, blocco dell’ACT in continuazione

Il presidente del Victoria dell’Australian Medical Association ha avvertito coloro che chiedono all’Australia di accettare più decessi per COVID-19 in cambio di apertura che potrebbe causare un sovraccarico di pazienti negli ospedali.

Il dottor Roderick McCray ha affermato che gli operatori sanitari in tutto il campo sono esausti dopo due anni di lotta contro l’epidemia di COVID-19 e che i sistemi ospedalieri di Victoria e New South Wales stanno lottando per farcela.

Persone in attesa di essere vaccinate contro il COVID-19 nel municipio di Melbourne questa settimana.

Persone in attesa di essere vaccinate contro il COVID-19 nel municipio di Melbourne questa settimana.a lui attribuito:Paul Jeffers

Ha aggiunto che le scene negli ospedali potrebbero rispecchiare quelle orribili immagini del Regno Unito, degli Stati Uniti o dell’Italia lo scorso anno.

“Questo sarà esattamente quello che ho visto dall’esterno”, ha detto il dottor McCray a ABC News 24 domenica.

“Una volta che una persona è in ospedale, andrà ovunque vada sulla scala della sua malattia, e verrà dimessa o dovrà progredire a livelli più elevati di supporto, inclusa l’unità di terapia intensiva, e alcune persone moriranno.

“Molti uomini d’affari dicono: ‘Oh, abituiamoci a questo. Le persone muoiono di tutto”, è vero.

“Tuttavia, tutti coloro che fanno affermazioni utili come questa hanno dimenticato che potrebbe essere la stessa persona di cui sta parlando che sta morendo per la mancanza di capacità di portare tutti in ospedale per il supporto di cui hanno bisogno”.

Il dottor McRae non pensa che i casi di Victoria finiranno per superare i 1.000 al giorno come nel NSW, ma vede ancora come una possibilità se le persone smettono di seguire i consigli sulla salute.

“Non mi aspetto questo, ma è un risultato previsto, e in effetti, probabilmente sarà il picco e andrà verso il basso”, ha detto il dott. McRae a ABC News 24.

READ  Un nuovo esperimento ha infranto le ben note regole della fisica

“Ma sappiamo che è incredibilmente contagioso, quindi se si tratta di un membro della famiglia, che si tratti di una casa comune per studenti universitari o di una famiglia di un numero qualsiasi di generazioni, se una persona lo porta davanti alla porta, tutti lo capiscono”.

Con l’avvicinarsi della primavera, il dottor McCray ha esortato le persone a continuare a cercare test COVID-19 per i sintomi respiratori, anche se hanno la febbre da fieno.

“Non dimenticare che stiamo entrando in una fase di allergia, la stagione della febbre da fieno, i sintomi respiratori sono molto simili ed è importante che le persone non pensino: ‘Oh, questa è la febbre annuale'”, ha detto il dott. McCray.

“Il modo in cui il virus si sta diffondendo a Melbourne, è COVID-19, è COVID-19 fino a quando non viene dimostrato che non lo è, e il modo per farlo è sottoporsi a test, come consigliato dal capo funzionario sanitario.

“Il sistema deve rendere più facile per le persone sottoporsi al test perché è orribile stare seduti adesso sotto la pioggia o più tardi al caldo per ore per essere testati, ma le persone stanno partecipando”.