Campagna di crowdfunding neozelandese per raccogliere 2,5 milioni di dollari per salvare Air New Zealand 747

Un gruppo base di kiwi sta lottando disperatamente per salvare un gigantesco aereo della Air New Zealand dalla discarica, con solo pochi giorni rimasti prima che il suo destino sia determinato.

Gli appassionati di aviazione stanno correndo per raccogliere i 2,5 milioni di dollari neozelandesi (2,3 milioni di dollari) necessari per restituire un Boeing 747 – l’ultimo dell’iconica flotta di Air New Zealand – che è attualmente in un impianto di stoccaggio a Roswell negli Stati Uniti, in attesa di essere smantellato.

Il gruppo dietro Campagna “Portiamo i nostri uccelli a casa” Vuole comprare un 747 e portarlo in Nuova Zelanda, dove sarà conservato al National Transportation and Game Museum di Wanaka come un pezzo di storia dell’aviazione.

Il gruppo ha 18 giorni per concludere un accordo con gli attuali proprietari dell’aereo prima di cancellarlo.

Questa è un’icona della nostra storia sociale e la storia della trasmissione alle generazioni future”, ha affermato Paul Brennan, portavoce di Bringing Our Birds Home. Otago Daily Times.

“Abbiamo una possibilità, ma è difficile”.

Relazionato: Qantas saluta l’ultimo jumbo 747 جم

Il colossale 747 – soprannominato la Regina del Cielo – era la pietra angolare della flotta internazionale di Air New Zealand.

Ma la maggior parte delle principali compagnie aeree, tra cui Air New Zealand, Qantas e British Airways, hanno demolito questo iconico aereo, in favore di jet bimotore a lungo raggio e wide body come il Boeing 787 e l’Airbus A350.

Il 747 privato che il gruppo spera di recuperare si è unito per la prima volta alla flotta di Air New Zealand come aereo completamente nuovo nel 1998 ed è stato l’ultimo 747 ritirato dal vettore nel 2014.

READ  Il leader dell’estrema destra in Italia ha scioccato i mercati

Quindi, è stato venduto alla società spagnola di leasing di aeromobili Wamos Air, che lo ha affittato ad altre compagnie aeree tra cui Garuda in Indonesia e Saudi Arabian Airlines, prima di inviarlo a Roswell per lo stoccaggio.

Si ritiene che circa due milioni di neozelandesi abbiano viaggiato su quel 747, che un tempo era famoso per il suo disegno. Signore degli Anelli Scena.

Bring Our Birds Home ha detto che era l’ultimo del suo genere sul pianeta.

“Questo (aereo) da solo ha trasportato più di 2 milioni di kiwi nei nostri 15 anni di servizio – molti neozelandesi hanno mosso i primi passi nel mondo nel classico Kiwi OE (Outdoor Experience), attraverso la porta di questo gruppo”, il gruppo ha detto.

Poi ci sono gli equipaggi, gli ingegneri, i pianificatori di volo, gli assistenti di terra, a casa e ovunque tu sia partito nel mondo.

“Ho trascorso la maggior parte della vita[dell’aereo]in alto da terra, quasi alla velocità del suono, con centinaia di passeggeri, al caldo, al sicuro e a loro agio, tutti con una storia da raccontare, e l’ho fatto in e giorno fuori. Giorno dopo giorno. Questo aereo è davvero un artefatto di costruzione della nazione nella nostra storia. Storia sociale e dei trasporti”.

Si sta raccogliendo una campagna di crowdfunding per raccogliere i milioni necessari per acquistare l’aereo e portarlo in Nuova Zelanda.

Se l’accordo fallisce, ha detto Brennan, tutti i soldi raccolti finora verranno restituiti.

Se il piano va avanti, il gruppo riporterà i quattro motori dell’aereo negli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto