SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Aumenta i costi per guidare le aspirazioni verdi dell’Italia

Il logo della multinazionale italiana dell’energia Enel si trova il 5 febbraio 2020 presso la sede di Milano in Italia. REUTERS / Flavio Lo Scalzo

ENEI.MI, la più grande utility europea, ha aumentato la spesa per le sue attività di energia verde e di rete nel primo trimestre mentre cerca di accelerare i suoi sforzi per ridurre la sua impronta di carbonio.

Il gruppo italiano che controlla l’applicazione spagnola Endezza (ELE.MC) mira a ridurre le proprie emissioni di carbonio dell’80% entro il 2030, in parte aumentando la propria capacità rinnovabile da 48,8 GW a 120 GW (GW) entro la fine di marzo.

Nel primo trimestre, il 66% della sua produzione è stata priva di emissioni, rispetto al 57% del 2019, in gran parte grazie a una forte riduzione della produzione di energia a carbone.

Il gruppo, che ha avviato la fase di produzione del carbone dal 2030 al 2027, ha chiuso lo scorso anno con una capacità di 2,8 gigawatt.

“Chiuderemo 2,9 gigawatt di capacità di carbone entro il 2021 – 2,6 gigawatt in Spagna e 300 MW in Italia”, ha detto giovedì il CFO Alberto de Pavli agli analisti in una chiamata sui risultati del primo trimestre.

ENL, che guadagna il 70% dei suoi ricavi principali dalle fasi di energia e fornitura verdi, ha affermato che l’aumento dei costi dell’8,8% durante questo periodo porterebbe a un nuovo record di sviluppo della capacità rinnovabile entro la fine di quest’anno.

Il gruppo mira a elevare la sua pipeline di progetti verdi, che ora ammonta a 222 gigawatt, offrendo ulteriori opzioni per la scelta dei progetti migliori. Alcune parti del gasdotto potrebbero essere vendute o offerte a co-investitori, ha detto de Paoli.

READ  La gigantesca statua dell'imperatore romano fu riunita con un dito perduto da tempo | Italia

Il gruppo prevede opportunità per espandere la propria attività di rete al di fuori dell’America Latina, dove è già in regola. “Gli Stati Uniti hanno un obiettivo chiave per la futura espansione in fasi”, ha detto.

Le grandi applicazioni in Europa, come le nuove tecnologie e le rigide regole sul cambiamento climatico, stanno investendo molto in aree più pulite delle loro attività, costringendo le società energetiche a riconsiderare le strategie.

De Paoli ha affermato che la plusvalenza di ஆத 1,7 miliardi derivante dalla vendita di una partecipazione nel gruppo di infrastrutture a banda larga Openfiber aiuterebbe Enel “ad aumentare la dimensione dei risultati dopo il 2021”.

I ricavi core normali sono diminuiti del 12,3% a 4. 4,159 miliardi ($ 5 miliardi) nei primi tre mesi, principalmente a causa dell’utile di un anno registrato lo scorso anno per consenso di un analista.

NL ha confermato i suoi obiettivi fiscali per quest’anno, che includono normali ricavi core di 0,7-18,7-19,3 miliardi.

($ 1 = 0,8301 euro)

I nostri standard: Principi della Thomson Reuters Foundation.