SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Aiuto per seri dipendenti dallo shopping | EurekAlert! Notizie scientifiche

Per la prima volta, esperti internazionali di psicologia hanno sviluppato un quadro per la diagnosi del disturbo compulsivo dell’acquisto – lo shopping – promettendo aiuto per le persone che lottano per gestire il comportamento di spesa e il benessere mentale.

Nuove linee guida pubblicate in Journal of Behavioral Addictions, Sottolinea che gli acquisti e gli acquisti eccessivi possono essere tanto pericolosi quanto un’interruzione, dando a ricercatori e medici nuovi poteri per sviluppare interventi più mirati per questa condizione debilitante.

La collaborazione internazionale, guidata dal professor Mike Kyrios dell’Orama Institute for Mental Health and Wellbeing presso la Flinders University e dalla professoressa Astrid Muller della Hannover Medical School in Germania, afferma che i criteri basati sull’evidenza per l’acquisto compulsivo e il disturbo dello shopping (CBSD) sono lunghi in ritardo.

Il fenomeno degli acquisti o acquisti eccessivi o incontrollati è descritto in ambito clinico da più di un secolo. Sorprendentemente, al momento non esiste una diagnosi ufficialmente accettata del disturbo, nonostante sia un problema estremamente diffuso, invalidante e in crescita che contribuisce all’aumento dei consumi e del debito.

Il professor Kyrios descrive i risultati come un “punto di svolta” per la ricerca sugli acquisti eccessivi, fornendo un punto di partenza per i trattamenti tanto necessari e una migliore diagnostica in futuro.

“Negli oltre 20 anni, da quando ho iniziato a indagare sugli appalti eccessivi, c’è stata un’assenza di criteri diagnostici comunemente concordati che ha ostacolato la gravità percepita del problema, così come gli sforzi di ricerca e quindi lo sviluppo di trattamenti basati sull’evidenza “, Dice il professor Kyrios.

Ciò sarà ora possibile con i principali esperti mondiali che concordano i criteri per la diagnosi del disturbo, afferma.

READ  Demo realistica di banner di viaggi nello spazio con la NASA

Nello studio, sono stati valutati 138 esperti internazionali (ricercatori e clinici) di 35 paesi per raggiungere un consenso sui criteri diagnostici proposti.

La caratteristica principale dei nuovi criteri diagnostici è “acquisto eccessivo di beni senza essere utilizzati per gli scopi previsti”, con un eccesso di approvvigionamento descritto come “scarso controllo sugli acquisti / acquisti”. Un’altra caratteristica del disturbo è che “l’acquisto / la spesa viene utilizzato per regolare gli stati interni, ad esempio per generare emozioni positive o alleviare stati d’animo negativi”.

“I clienti che mostrano un comportamento di acquisto eccessivo di solito hanno difficoltà a regolare le proprie emozioni, quindi l’acquisto o lo shopping viene utilizzato per sentirsi meglio. Ironia della sorte, se una persona con acquisti compulsivi e disturbi dello shopping fa un giro di shopping, questo migliorerà i suoi sentimenti negativi per un po ‘ , ma presto porterà a un forte senso di vergogna, senso di colpa e imbarazzo “.

Il metodo di ricerca Delphi è stato utilizzato per raggiungere il consenso di un team di esperti su un disturbo psicologico molto complesso.

“La tecnica Delphi è un modo ideale per integrare le diverse prospettive di esperti internazionali e multidisciplinari nel campo del disturbo degli acquisti e dello shopping compulsivo”, ha affermato il coautore Dr. Dan Fasnacht, docente senior di psicologia presso la Flinders University.

“Questo ci ha aiutato a sviluppare criteri diagnostici che hanno un ampio consenso tra gli esperti in questo campo, che è una pietra miliare importante per una migliore comprensione e trattamento di questo comportamento”.

La dott.ssa Kathina Ali, ricercatrice associata alla Flinders University e coautrice dello studio, aggiunge: “In precedenza, era difficile confrontare gli studi senza criteri concordati. Ora, per la prima volta, possiamo iniziare a esaminare l’acquisto compulsivo e il disturbo dello shopping più precisamente che dovrebbe aiutarci a migliorare i nostri trattamenti. Per questa condizione invalidante “.

READ  Questa è la prova che c'è davvero vita su Marte? - BGR

###

Lo studio è stato una collaborazione internazionale con ricercatori della Hannover Medical School dell’Università di Duisburg-Essen e dell’Università di Dresda in Germania, finanziata dal German Academic Exchange Service e dalle Università dell’Australia.

Il documento “ Criteri diagnostici proposti per l’acquisto del disturbo compulsivo: uno studio di consenso di esperti Delphi ” (2021) scritto da Astrid Muller, Nora M. Laskowski, Patrick Trotsky, Kathina Ali, Daniel B Fasnacht, Martina de Zwan, Matthias Brand, Michael Haider e Michael Kyrios è stato pubblicato in Journal of Behavioral AddictionsDOI: 10.1556 / 2006.2021.00013

Dichiarazione di non responsabilità: AAAS e EurekAlert! Non è responsabile dell’accuratezza delle newsletter inviate a EurekAlert! Tramite istituzioni che contribuiscono o utilizzare qualsiasi informazione tramite il sistema EurekAlert.