HomeEconomyAGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE: Wall Street continua a salire, la Banca d'Inghilterra...

AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE: Wall Street continua a salire, la Banca d’Inghilterra mantiene i tassi di interesse stabili, l’ASX è destinato a salire

Ottima nota da parte di ANZ, la più grande banca della Nuova Zelanda, sulla valutazione delle diverse economie dell’Australia e della nostra cugina neozelandese.

Ci rivolgiamo a Sharon Zoellner e al team economico neozelandese.

“Ci viene spesso chiesto come si comporta l’economia della Nuova Zelanda rispetto all’Australia – non da una prospettiva competitiva, ma dal punto di vista di cosa è diverso e perché. Gli osservatori internazionali spesso vedono entrambi i paesi attraverso la stessa lente, ma ora è così più differenze che somiglianze!

In questa tabella utilizzano l'”approccio con scorecard di alto livello”.

Dati economici per la Nuova Zelanda e l’Australia(Anz)

“Mentre la Nuova Zelanda e l’Australia sono simili nell’avere più prime e seconde posizioni rispetto ad altre valute, spesso non siamo al primo posto dove l’Australia è al secondo, e viceversa.

“L’inflazione e i nostri buoni rating creditizi ne sono due esempi, ma per quanto riguarda l’inflazione c’è ancora un grande divario tra la Nuova Zelanda e l’Australia e il resto del mondo.

“Invariabilmente, quando l’Australia si colloca ai primi posti, noi siamo (scritto dal punto di vista neozelandese) o mediocri (i tassi di interesse a due anni sono scambiati ben al di sotto del contante, disoccupazione più elevata) o ben fuori ritmo (stiamo registrando un deficit di bilancio quando l’Australia lavora in modo ridondante). ). Peggio ancora, in due categorie (PIL e partite correnti), la Nuova Zelanda è essenzialmente l’esatto opposto. Alcune di queste differenze sottolineano il deprezzamento del cambio NZD/AUD quest’anno.

“Ci sono anche altre somiglianze che mascherano le differenze. La popolazione della Nuova Zelanda è cresciuta del 2,8% nel 2023 (dall’anno a dicembre), rispetto al 2,5% dell’Australia (dall’anno a settembre). Ma allo stesso tempo, un numero record di neozelandesi ha lasciato la Nuova Zelanda, con dati che suggeriscono che il 53% di loro era diretto in Australia.

READ  Le azioni salgono; Tesla annuncia i suoi guadagni. Libri permanenti di 5,2 miliardi di dollari di deflussi netti; Dati IPC in primo piano

“Non sorprende che entrambi i paesi stiano lottando per accogliere i nuovi migranti (come molti altri paesi), ma mentre i prezzi in Australia (nelle principali città) hanno raggiunto un nuovo picco, i prezzi delle case in Nuova Zelanda devono ancora riguadagnare il picco. Nel 2021. Entrambi i paesi vedono tassi di inflazione superiori al target, ma l’Australia è più vicina al punto medio del suo obiettivo del 2-3% di quanto lo sia la Nuova Zelanda al suo obiettivo dell’1-3%.

“La Reserve Bank of New Zealand prevede che l’inflazione rientri nell’intervallo target entro la fine dell’anno, ma nonostante ciò, non ha fretta di ridurre l’inflazione. Al contrario, alcuni nei mercati ritengono che la Reserve Bank of Australia possa farlo necessità di aumentare nuovamente i tassi di interesse”. Altro: non riteniamo che ciò sia probabile, ma vale la pena notare che la Reserve Bank of Australia prevede che l’inflazione salirà dal tasso attuale del 3,6% al 3,8% entro la fine dell’anno.

“Quando si pensa alla direzione in cui stanno andando i paesi, ci sono più differenze che punti in comune, anche se spesso non è così”.

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News