Homeentertainment12 ore di terrore! Festival del cinema spaventoso notturno, una tradizione...

12 ore di terrore! Festival del cinema spaventoso notturno, una tradizione di Nashville

NASHVILLE, Tennessee (WTVF) – Sabato sera, più di duecento persone si sono riunite al Belcourt Theatre per una festa di visione che la maggior parte di noi non riesce mai a fare. È una vera tradizione di Halloween a Nashville.

“Per me è l’evento dell’anno”, ha detto un uomo che è rimasto due ore fuori dal teatro per ottenere un buon posto al festival. Una linea tesa in strada.

La gente stava per essere fatta entrare attraverso la Zack Hall di Belcourt.

“12 Hours of Terror è una maratona horror che dura tutta la notte dalle 22:00 alle 10:00”, ha detto Zack.

C’era un posto in sala in attesa del conduttore televisivo del Dr. Il Cinetario di Gangrene, Larry Underwood.

“È un test di resistenza ed è molto divertente”, ha detto.

C’era una panchina per la scrittrice e attrice Thanna McQuiston.

“Per me è tanto un evento comunitario quanto un’esperienza di visione di un film”, ha detto.

C’era anche un posto per l’ex docente della Vanderbilt Ken Kosner.

“C’è una sorta di cameratismo in questo”, ha spiegato Ken.

Tutte le persone che si riversavano al Belcourt Hotel non sapevano quali film spaventosi stavano guardando. Le labbra di Belcourt erano chiuse. Erano solo film a sorpresa sullo schermo per 12 ore.

“La caffeina aiuta”, sorrise Thana.

“Di solito c’è uno slasher”, ha detto Larry. “Ci sono alcuni Nightmares on Elm Street, roba del genere Halloween.”

“Giallo italiani”, ha aggiunto Thana.

“Fanno sempre una o due scelte strane”, ha detto Keane.

La manifestazione è giunta alla sua dodicesima edizione, come poteva nascere una cosa del genere? Ebbene, qualcuno ha portato questa idea alla famiglia Belcourt.

READ  Giulia Sacconia nella nuova stagione Realismo italiano del BFI

“Jim Ridley è stato il montatore e critico cinematografico di lunga data della scena di Nashville”, ha detto Zach.

“Era uno scrittore meraviglioso”, ha detto Thana.

“Jim era un mio amico”, ha detto Ken.

“È praticamente l’unica foto mia e di Jim che abbia mai avuto”, ha detto Larry, mostrando una vecchia foto di loro nella hall del Belcourt Hotel. “Era parte integrante nel mettere insieme questa cosa.”

“Penso che sia del 2015”, ha detto Zack, mostrando una foto di se stesso e Jim durante le ultime 12 ore di terrore. “Ecco il tipo di foto di sopravvivenza che abbiamo. Probabilmente ci stiamo lavorando da 11 ore.”

È noto che Jim amava tutti i film, ma soprattutto un genere particolare.

“Un grande fan di tutti i tipi di film horror”, ricorda Larry di Jim. “Abbiamo avuto molte conversazioni sui film di Vincent Price. Era un grande fan di Vincent Price.”

“Uno dei suoi obiettivi principali era sviluppare la cultura cinematografica”, ha detto Keane.

“Quello era uno dei suoi superpoteri, l’entusiasmo che lo ha portato attraverso le esperienze cinematografiche più folli”, ha detto Zach. “Avere l’opportunità di parlare con lui di film è davvero impareggiabile. Come per tutte le cose, non sai quello che hai finché non lo esaurisci.”

Nel 2016, Jim Ridley è morto dopo aver subito un infarto. Aveva 50 anni.

“È stata un’enorme perdita a livello personale perché amavamo Jim”, ha detto Zach.

“L’intera comunità ha perso un amico”, ha detto Keane.

Dopo il salotto Belcrout che porta il nome di Jim, qualcosa che ha aiutato Jim a iniziare continua. 12 Hours of Horror è diventato più grande e migliore nel corso degli anni.

READ  Wordle Today: Ecco la risposta e i suggerimenti per il 3 settembre

Sabato sera, i Boo Dudes hanno suonato davanti al pubblico. La competizione in costume ha visto i membri del pubblico vestirsi da Carrie dopo l’incidente del ballo di fine anno, dai gemelli di Shining e dalla sposa di Frankenstein.

“Oh, gli piacerebbe”, disse Thanna, indicando Jim. “Lo spirito di 12 ore di orrore rispecchia molto quello di Jim Ridley, l’idea di celebrare, preservare e sostenere questo tipo di film.”

“È un gioco divertente, non un sonnellino!” ha detto Thana presentando al pubblico il massacro nella casa della confraternita.

“Ci sono molti franchise cinematografici là fuori”, ha detto Larry presentando un altro film. “È il quarto di una serie di film. È stato girato proprio qui a Nashville. Sto ovviamente parlando dello stupido e spaventato Ernest!”

Per capire l’importanza di queste 12 ore, non guardare oltre Ken.

“Nel 2012 ho avuto un ictus”, ha spiegato. “Sono stato in ospedale o in una casa di cura per due mesi. Era più di un semplice problema di salute. Sono quasi morto. Questo è successo in agosto.” [of that year]Ma sono comunque riuscito a superare 12 ore di terrore. “È una riaffermazione della vita.”

“C’è qualcosa nella follia assoluta, dove ti siedi con un gruppo di sconosciuti in un cinema buio per 12 ore di fila e guardi le cose più folli là fuori”, ha detto Zach. “Questo non è qualcosa che puoi fare da solo.”

“Ciò che attrae le persone è che la tua ipotesi è buona quanto la mia”, ha aggiunto Ken. “È meglio di una scuola di specializzazione in cinema horror.”

READ  Il Karlovy Vary Film Festival svela la scaletta del 2021 - Scadenza

Domenica mattina, molte delle persone sopravvissute all’intero festival cinematografico di 12 ore sono uscite.

“Mi rende orgoglioso che Jim abbia iniziato tutto questo e che la famiglia Belcourt stia continuando questa tradizione”, ha detto Larry.

“Questo festival fa parte della sua eredità, così come l’intera cultura cinematografica, così come lo è la sua eredità”, ha continuato Keane. “La sua importanza non può essere sopravvalutata. Era un amico tra amici tra tutte le persone che amavano i film a Nashville. Questo fa parte della storia dell’horror e di Halloween a Nashville, nel Tennessee.”

“Sono pronto fino al 2024!” Ken ce lo ha raccontato mentre si trovava fuori Belcourt alla fine di quelle 12 ore.

“Sono grato per questo mostro che ha contribuito a creare”, sorrise Zack. “Sì. Grazie, Jim.”


Prende Notizie Canale 5 adessoovunque, in qualsiasi momento, sempre gratuito.


Guarda lo streaming live qui sotto e scarica le nostre app su Roku, Apple TV, Amazon Fire TV e altro ancora. Clicca qui per saperne di più.


Graziella Fazio
Graziella Fazio
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News