35 lavoratori di Apulia Pronto Prestito rischiano di perdere il lavoro, Città Civile si appella ai rappresentanti istituzionali

Città Civile scende in campo per tutelare il lavoro di 35 ragazzi dell’Apulia Pronto Prestito, che entro il 30 giugno dovrà essere venduta o posta in liquidazione. Una situazione kafkiana, scaturita dal cosiddetto “Contratto di ritrasferimento”, con il quale Banca Apulia ha ceduto la propria partecipazione in Apulia Prontoprestito (86,921%) in favore di Veneto Banca spa in Liquidazione Coatta Amministrativa, provocando l’estromissione della società dall’operazione di salvataggio delle ex banche venete ad opera di Intesa Sanpaolo. Da Città Civile si appellano ai rappresentanti delle istituzioni locali, regionali e nazionali, affinché…

Leggi tutto