ss16 2ATTUALITA' Notizie 

SS 16 senza raddoppio, “è colpa della Regione”

ss16 2La Regione deve rivedere il piano dei trasporti e inserire al suo interno come priorità il raddoppio della Statale 16 nel tratto che collega San Severo al capoluogo Dauno. A chiederlo sono i consiglieri comunali di maggioranza Fernando Caposiena, Ciro Persiano ed Ettore Giannubilo. “L’amministrazione comunale – spiega il consigliere Caposiena -, ha fatto tutto il possibile per tentare di risolvere la problematica, ma ancora una volta è stata l’unica a muoversi. In fase di preparazione del piano regionale dei trasporti l’allora amministrazione comunale e i consiglieri regionali avrebbero dovuto premere per fare inserire all’interno del piano il raddoppio della statale 16. Se ci fossero stati gli interventi dovuti per tempo quel tratto di strada sicuramente avrebbe ricevuto maggiore attenzione dagli organi regionali”. Purtroppo, secondo gli esponenti di maggioranza le carenze di operatività della precedente amministrazione di centrosinistra, sommata a quella dei consiglieri regionali concittadini, man mano che i nodi vengono al pettine, rivelano quanto grande sarebbe il gap che deve scontare il nostro territorio per colpa loro. “L’amministrazione Savino – prosegue il consigliere Adc, Persiano -, ha collocato al primo posto delle priorità il raddoppio della statale tra San Severo e Foggia ed ha chiesto alla Regione Puglia che l’intervento fosse inserito nel piano dei trasporti regionale. Ma ancora una volta i nostri consiglieri regionali non si sono interessati della faccenda, lasciando che il raddoppio della statale 16 finisse nuovamente nel dimenticatoio”. Gli esponenti di centrodestra, inoltre, evidenziano che più in generale, nonostante la città negli ultimi anni sia stata rappresentata a livello regionale, il territorio non avrebbe ricevuto gli aiuti necessaria a risolvere le problematiche segnalate. “L’amministrazione Savino – conlude il consigliere Giannubilo -, ha raccolto la giusta preoccupazione dei cittadini e il bisogno di aumentare la sicurezza stradale, ed ha tempestivamente richiesto l’intervento degli Enti sovraordinati. Constatiamo purtroppo, che la Regione Puglia, e con essa i suoi rappresentanti, è incapace di dare risposte, in quanto è costantemente impegnata ad una campagna elettorale senza fine che nessun risultato sta portando ai pugliesi, e intanto i fondi europei ritornano indietro”.

Related posts

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: