SPORT 

Si volA dritti in finale; che reazione Allianz!

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

di Ciro Mancino

Era la partita da non sbagliare e così è stato per l’Allianz Cestistica San Severo. Finalmente, a gara 5, i neri vincono contro Salerno per: 97 – 60. Una partita mai stata in discussione, con l’entusiasmo alle stelle di un ‘Falcone e Borsellino’ tutto esaurito. Ora, non c’è tempo da perdere; bisogna recuperare le energie fisiche e mentali perché c’è una finale da giocare e, possibilmente, vincere!

PRIMO QUARTO – É una partita che oscilla tra i falli di Salerno che tende ad innervosire l’avversario (significativi i già 3 falli di un recidivo Sanna) e l’agonismo. La Cestistica, però, sembra essere partita con il piglio giusto e il palazzetto, tutto esaurito, apprezza e manifesta il suo entusiasmo. Parziale: 21-13.

SECONDO QUARTO – In queste partite c’è bisogno di tutto e tutti; c’è bisogno in primis, di un capitano che trascini la sua squadra ed è esattamente quello che Ciribeni sta facendo aiutando da tutti i componenti del roster di Salvemini. A metà quarto, Menduto è costretto a chiamare il timeout perché in campo c’é solo una squadra: giallonera. Si va al riposo sul: 49 – 23.

TERZO QUARTO – L’errore può essere ripetere i due terzi quarti giocati male a Salerno ed invece, la musica è diversa. Benissimo nei primi 7 minuti di gioco, un po’ più lenti, ma è anche normale dopo questi ritmi elevatissimi, negli ultimi 3. Il punteggio é abbastanza ampio da poter, si spera, passare un ultimo quarto ‘tranquillo’: 76 – 43.

ULTIMO QUARTO – La partita perfetta e sold out del palazzetto; se ci fossero sempre questi due fattori, chiunque venga a giocare a San Severo, parte già (o quasi) sconfitto. Abbiamo assistito ad un incontro veramente eccezionale degli uomini di Salvemini, scesi in campo con la fame di vittoria, con la fame di finale. Tutti, nessuno escluso, hanno contributo a rendere l’atmosfera unica. Adesso, però, quello che si chiede immediatamente ai ragazzi é di non montarsi la testa e di recuperare nel più breve tempo possibile. Palestrina, dopo aver visto questa partita, deve avere paura di noi! Finale: 97 – 60.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Articoli sullo stesso argomento

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: