SPORT 

L’Allianz spegne ogni chiacchiera: “saremo ancora di più competitivi”

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry


di Ciro Mancino

Trasparenza e cognizione di causa. Si è partiti da questi due punti fondamentali, ieri sera alla conferenza stampa di saluti dell’Allianz Cestistica San Severo. Alla presenza di tanti tifosi, società al completo e del Sindaco, i discorsi dei dirigenti sono apparsi molto lucidi e chiari, nonostante l’enorme delusione di Montecatini, ormai già archiviata. Il Presidente Ciavarella, dopo i ringraziamenti di rito, ha tenuto a dire che “come atto dovuto abbiamo fatto domanda di ripescaggio per l’A2, ma ci riserviamo ogni decisione sul futuro, anche perché l’anno prossimo scenderanno dal campionato ben 5 squadre e le possibilità sono maggiori”. Come a dire, bene l’entusiasmo, ma per avere un apparato societario serio, fondamentale per il successo di qualsiasi squadra, si deve ragionare con calma in ottica di continuità e stabilità. La famiglia Pazienza, invece, ha tenuto a tranquillizzare i tifosi, aumentando in loro la fiducia con una frase che non ha bisogno di traduzioni: “l’anno prossimo raddoppieremo i nostri contributi”. Il discorso di conclusione è toccato al coach Giorgio Salvemini che, stupendo la platea, ha esordito così: “Vi devo chiedere scusa. Scusate perché non ho realizzato il sogno della società, dei tifosi, e dell’intera San Severo. Ho sbagliato io e per questo, se ci fossero eventuali critiche, vi invito a farle a me; sono io il responsabile e non permetterò mai a nessuno di giudicare questi ragazzi che sono stati e resteranno eccezionali. Grazie – ha continuato – per averci sempre sopportato, per aver fatto 700 chilometri e pianto per la vostra squadra, ma continuate a starci vicino. L’anno prossimo continueremo a lottare per il sogno dell’A2 con una convinzione ancora maggiore di quella avuta quest’anno!”

La sensazione, al netto di quanto abbiamo visto, sentito e percepito, è che alle retoriche parole di conclusione di un anno straordinario, seguiranno, con logica, anche i fatti. Nulla, dunque, è cambiato; con l’augurio di continuare ad urlare, ancora più forte: “Forza, ragazzi!”

 

 

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Articoli sullo stesso argomento

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: