CESTISTICA_SAN_SEVEROSPORT 

Allianz Pazienza San Severo: ecco la tua settima meraviglia!

CESTISTICA_SAN_SEVEROCi sono partite dal sapore e tensione agonistica che non si riescono a spiegare, il cui fascino lo si può solo ammirare e vivere dal vivo. Non si può e non si deve guardare la classifica: questo è il giorno del derby di Capitanata, tra L’Allianz Pazienza Cestistica San Severo e l’Udas Cerignola.

San Severo parte in questa gara con i favori del pronostico, arrivando a questo match con un fantastico 6/6 e primato solitario in classifica, chiamata a confermare l’ottimo momento di forma, davanti al numeroso pubblico accorso al PalaCastellana. Gli ospiti, accompagnati da una cinquantina di supporters, sono reduci da due vittorie consecutive (le uniche fino a questo momento) lontane dalle mura amiche.

È proprio Cerignola, con Sabbatino, ad aprire le marcature del match, a cui seguono due immediati canestri pesanti (Di Donato e Scarponi), con punteggio di 6-2 dopo 2′ di gioco. Avvio shock giallonero che, con un Di Donato inarrestabile (già 9 pt per lui) parte fortissimo e, dopo 4 minuti è sul 12-2, con coach Marinelli costretto già alla prima sospensione. Dopo 7 minuti si rivede Cerignola, con un bel canestro di Kushchev, che prova a bloccare il sanguinoso momento no della propria squadra, ma San Severo risponde immediatamente con Ciribeni e Scarponi, allungando ancora nel punteggio (23-6 a 2’ dalla prima sirena). Primo quarto che si chiude sulla tripla di Rezzano con cui San Severo tocca i 20 punti di vantaggio (28-8).

Il canestro del nuovo entrato Malagoli apre le marcature della seconda frazione, ma lo 0-6 ospite ed una persa di troppo non vanno giù a coach Salvemini che richiama immediatamente in panca i suoi per mettere ordine in campo. Al rientro dal timeout, San Severo piazza un immediato 9-0 (7 per Smorto e 2 per Scarponi) con cui San Severo scappa via definitivamente (39-13 al 15esimo). Ultimi minuti di questa frazione in cui Salvemini dà spazio ad un quintetto sperimentale, con le seconde linee in campo, in grado di mantenere perfettamente il risultato. E sul canestro di Iannelli a fil di sirena si va al riposo lungo sul punteggio di 48-23.

Si torna sul parquet e la storia non cambia: due canestri consecutivi di Rezzano ed un gioco da tre punti chiuso da Di Donato fanno toccare il +30 locale (55-25 al 23′). L’attacco sanseverese funziona egregiamente, la difesa ancor di più ed il gap tra le due compagini resta abissale (60-30 dopo 26 minuti di gioco). Sul finale di frazione vi è una flebile reazione ospite, il cui obiettivo diventa così ridurre quanto più possibile il passivo, e sulla tripla di Kushchev (primo tra i propri compagni a raggiungere la doppia cifra), si chiude la terza frazione sul punteggio di 64-39.

Ultimo quarto che, ancora una volta, risulta essere una mera formalità, con Cerignola che soccombe allo strapotere offensivo locale, con 11 uomini a referto. Il vantaggio diventa così imbarazzante, toccando addirittura il +40 sulla tripla di Smorto (88-48 a 2’ dalla quarta ed ultima sirena). Sui due splendidi canestri di Coppola e Sentinella, prodotti del vivaio sanseverese, si chiude la partita sul punteggio di 92-56.

Un incontro senza storia, che ha visto la Allianz Pazienza San Severo dominare sotto ogni voce statistica, tirando con oltre il 50% dal campo, quattro uomini in doppia cifra, tra cui capitan Ciribeni MVP dell’incontro con i suoi 19pt e 23 di valutazione.

Il prossimo match per i Neri sarà sui legni di Giulianova, seconda in solitaria in classifica dopo la pesante vittoria conquistata stasera a Recanati. Appuntamento dunque a domenica 12 Novembre, alle ore 18.00 e… Forza Neri!

Il tabellino

Allianz Pazienza Cestistica San Severo – Castellano Udas Cerignola 92-56 (28-8, 20-15, 16-16, 28-17)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Leonardo Ciribeni 19 (7/8, 1/2), Emidio Di Donato 16 (3/7, 1/5), Massimo Rezzano 11 (4/5, 1/4), Antonio Fabrizio Smorto 10 (1/2, 2/3), Vincenzo Ventrone 9 (0/2, 3/4), Riccardo Bottioni 8 (4/8, 0/0), Ivan Scarponi 8 (1/1, 2/9), Riccardo Malagoli 5 (1/2, 1/1), Giuseppe Iannelli 2 (1/4, 0/0), Luigi Coppola 2 (1/1, 0/0), Simone Sentinella 2 (1/1, 0/0), Vittorio Mecci 0 (0/0, 0/0) – Coach: Giorgio Salvemini

Tiri liberi: 11 / 13 – Rimbalzi: 31 16 + 15 (Emidio Di donato, Massimo Rezzano 7) – Assist: 22 (Riccardo Bottioni 6)

Castellano Udas Cerignola: Nunzio Sabbatino 14 (6/8, 0/1), Oleksandr Kushchev 11 (4/5, 1/1), Simone Colonnelli 8 (1/2, 2/4), Mattia Marchetti 8 (4/5, 0/4), Nikola Markus 6 (3/3, 0/1), Danilo Raicevic 5 (1/2, 1/2), Giovanni Gambarota 4 (1/3, 0/2), Emanuele Grittani 0 (0/0, 0/0), Gianluca Tredici 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Ippedico 0 (0/0, 0/0) – Coach: Luigi Marinelli

Tiri liberi: 4 / 6 – Rimbalzi: 21 2 + 19 (Mattia Marchetti 5) – Assist: 17 (Nunzio Sabbatino, Simone Colonnelli 4)

Related posts

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: