RICETTE 

Per Sant’Antonio Abate a pranzo con Orecchiette al ragù di salsiccia #tradizioneatavola

In occasione della festività di Sant’Antonio che ricorre in questi giorni nelle case sanseveresi non possono mancare le orecchiette con il ragù di salsiccia. Le orecchiette sono una varietà di pasta fatta in casa tipica della trazione pugliese e sono ottenute da pasta incavata col coltello, strisciata sulla spianatoia e rivoltata sulla punta del pollice così da ottenere un cappelletto.

Preparazione della pasta:

Per preparare le orecchiette, per prima cosa versate la farina di semola di grano duro rimacinata sul piano di lavoro e formate una fontana, aggiungete un pizzico di sale sulla farina. Al centro iniziate a versare l’acqua, che dovrà essere a temperatura ambiente e iniziate a lavorare con le dita per incorporare la farina un po’ alla volta in modo che assorba l’acqua che continuerete a versare. Lavorate poi impastando con le mani fino ad ottenere una consistenza omogenea ed elastica. Ci vorranno una decina di minuti di lavorazione. Date una forma rotonda all’impasto e copritelo con un canovaccio. Lasciate riposare a temperatura ambiente per circa 15 minuti.

Passato il tempo di riposo, utilizzando un tagliapasta prelevate un pezzo di impasto, mentre il resto potete lasciarlo coperto dal canovaccio. Lavorate il pezzo e realizzate un filoncino dello spessore di circa 1 cm. Da questo ricavate dei pezzettini grandi circa 1 cm. Con l’aiuto di un coltello a lama liscia, formate delle conchigliette trascinando ciascun pezzetto verso di voi sulla spianatoia leggermente infarinata. Rigirate poi la conchiglia su se stessa in modo da formare la vostra orecchietta. Proseguite in questo modo fino a terminare l’impasto e avrete realizzato le vostre orecchiette.

Preparazione del ragù:

Per la preparazione del ragù mettere olio extravergine di oliva in un tegame a fuoco medio e lasciare riscaldare qualche minuto. Aggiungere una cipolla tagliata finemente e la salsiccia secondo quantità desiderata.

Far rosolare il tutto fino a che la cipolla non sarà dorata e la salsiccia sarà a metà cottura. Sfumare con un vino bianco q.b. e lasciare evaporare qualche minuto. Aggiungere salsa di pomodoro secondo necessità e un pizzico di sale, se necessario. Lasciare cuocere a fuoco lento fino a che non sarà cotto, mescolando di tanto in tanto. A fine cottura si può aggiungere una foglia di basilico.

Bollite le orecchiette in acqua salata fino a cottura, scolatele e conditele con il ragù e una spolverata di formaggio grattugiato.

Related posts

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: