ATTUALITA' Notizie 

Progetto di educazione alimentare in Biblioteca: “Per una sana e consapevole scelta alimentare impariamo a leggere le etichette!”

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

L’Amministrazione Comunale, l’Assessore alla Cultura avv. Celeste Iacovino in collaborazione con l’Assessore alla Pubblica Istruzione avv. Simona Venditti, ha organizzato presso la Biblioteca Comunale “A. Minuziano” nel mese di aprile un laboratorio didattico-formativo sul tema dell’educazione alimentare.
Il corso, curato dall’operatrice culturale della Biblioteca dott.ssa Valentina Paternoster, dal titolo “Per una sana e consapevole scelta alimentare impariamo a leggere le etichette!”, è rivolto alle classi degli Istituti di Istruzione Secondaria di I° grado e mira a trasmettere ai giovani studenti le nozioni fondamentali per imparare a leggere le etichette alimentari e poter, quindi, scegliere in maniera consapevole il cibo di cui si nutrono.
Al di là della funzione basilare di nutrire, l’alimentazione costituisce da sempre un momento fondamentale della vita sociale, che denota la natura dei rapporti sociali e culturali di coloro che si cibano, richiamando valori e simboli in cui una comunità si riconosce. Il consumo alimentare esprime un linguaggio nel quale sono presenti significati che rimandano alla cultura e alla tradizione di una nazione, alla sua storia, alla sua identità. In passato, quando l’alimentazione si basava su cibi provenienti dall’agricoltura di sussistenza, legata al territorio e alla stagionalità, i comportamenti di consumo erano contrassegnati dalle tradizioni locali. Oggi la produzione del cibo è fortemente delocalizzata e dipende, normalmente, da acquisti in catene di negozi sempre più grandi che propongono a tutti i consumatori una vasta scelta di prodotti industriali standardizzati, preparati da grandi imprese che competono a livello nazionale e internazionale; ma il più delle volte l’informazione alimentare, indispensabile per orientare il consumatore, è affidata soprattutto a slogan pubblicitari che rispondono spesso solo a logiche industriali e di mercato, senza fornire al consumatore le reali e necessarie informazioni sulla composizione di un alimento. Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza è un momento molto delicato della vita, non solo dal punto di vista psicologico ma anche dal punto di vista delle scelte alimentari: l’adolescente comincia a gestire in autonomia la propria alimentazione e sono frequenti abitudini alimentari scorrette che, nei casi estremi, possono condurre a veri e propri disordini alimentari.
A tal proposito tale progetto vuole fornire ai ragazzi le giuste e corrette informazioni sulle modalità di scelta di un cibo, stimolandoli a riflettere sul proprio stile alimentare al fine di imparare a gestirlo e cambiarlo in meglio, operando scelte critiche e consapevoli.
Il laboratorio didattico sarà diviso in due parti: una prima in cui l’avv. Pasquale D’Anello illustrerà l’aspetto normativo e legislativo della materia ed una seconda che vedrà la partecipazione della Dott.ssa Francesca Pia Menanno, Biologa Nutrizionista e Specialista in Scienza dell’Alimentazione, che spiegherà nel dettaglio la funzione e la composizione dell’etichetta alimentare, coinvolgendo gli alunni in un divertente esperimento dimostrativo. A conclusione del progetto didattico il prossimo 9 maggio alle ore 19.00 sarà dedicata anche ai genitori degli alunni partecipanti nonché a tutta la cittadinanza una serata sul tema delle etichette alimentari vista l’attualità e l’importanza della tematica.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Articoli sullo stesso argomento

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: