Polli Bio un’opportunità per il territorio

| 02/11/2016, 12:21

teatroVerdi“Pollo Bio: un’opportunità per il territorio” è il tema del convegno promosso dall’Amministrazione Comunale, Assessorato all’Agricoltura, in programma giovedì 3 novembre alle ore 19 presso l’Auditorium del Teatro Verdi. Durante il convegno sarà presentato il progetto di filiera portato avanti da ProAgro e le misure di finanza agevolata previste.
Interverranno all’incontro Francesco Sderlenga (Vicesindaco e Assessore alle attività produttive del Comune di San Severo), Leonardo Iorio (Amministratore ProAgro S.R.L.), Domenico Vendola (Consulente finanziario ProAgro), Luigi Urbano (Direttore Servizio Veterinario ASL Fg Area C), Ernesto D’Aquila (Resp. Sviluppo Banco Popolare di Novara), Antonio Placentino (agricoltore ed allevatore), Piero Russo (Resp. Ufficio Stampa ProAgro).
“Si tratta di una iniziativa – spiega il Vice Sindaco e assessore all’Agricoltura, Francesco Sderlenga – finalizzata a fronteggiare la crisi del settore cerealicolo promuovendo una diversificazione dell’attività imprenditoriale nel campo agricolo. L’Amministrazione Comunale per meglio informare gli agricoltori sulle nuove opportunità riservate al settore agricolo e promosse sul territorio ha voluto approfondire con esperti del settore il tema”.
Ad approfondire i dettagli del progetto i responsabili della Pro Agro: “Molti giovani agricoltori hanno già aderito a quest’iniziativa sviluppata dalla ProAgro di Foggia, nella persona di Angelo Bondelmonte, e potranno allevare polli e coltivare i cereali con cui nutrirli, integrando il proprio reddito con guadagni notevoli e con la garanzia di aver prodotto carni di qualità. Ma l’obiettivo è ancor più lungimirante e non mira soltanto a risanare il bilancio familiare ed aziendale di chi da agricoltore diventa allevatore: è necessario preoccuparsi del territorio. In sostanza la nostra iniziativa mira a creare occupazione, reale e tangibile. Sì, perché è previsto un investimento concreto per la creazione di impianti agro industriali direttamente in Capitanata, di strutture atte a migliorare la filiera e di centri di stoccaggio per cereali e leguminose. Chi alleva è soprattutto agricoltore e quindi produce quello di cui i polli presenti nella stessa Capitanata si nutriranno. Una ghiotta occasione per sopperire agli irrisori prezzi correnti del grano e dei cereali”.

Tags: , , ,

Category: CRONACA, Notizie