ATTUALITA' Notizie 

L’Architetto sanseverese Alessio Scarale vince il 1° premio Eco Luoghi

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

di Rosaria d’Errico

L ‘Architetto sanseverese, Alessio Scarale ha vinto il 1° Premio Eco-Luoghi” con il suo progetto di Rigenerazione Territoriale per Apricena.
“Sono davvero contento – dichiara l’architetto Scarale – di questo risultato, per varie ragioni. Innanzitutto perché il primo posto nella graduatoria finale è stato sancito da una giuria molto qualificata, che comprendeva architetti di chiara fama come Mosè Ricci (di Ricci&Spaini) e Luca Zevi; poi perché si tratta di un progetto cui tengo in modo particolare, essendo da diversi anni fortemente legato al mondo della Pietra di Apricena o ancora per le tante difficoltà che ho dovuto superare per portarlo a termine e per i lunghi tempi, in considerazione della vastità dell’area, dell’importanza del tema e della complessità degli interventi previsti. Ma anche e soprattutto per la bellezza e per la singolarità, o meglio unicità, e l’enorme valore paesaggiatico di quel territorio. E, infine, perché il premio prevede, tra le altre cose il conferimento di un “bollino di qualità” del Ministero dell’Ambiente che potrebbe costituire un elemento preferenziale  per eventuali bandi di finanziamento futuri e che comunque rimarrà per sempre su questo progetto a dimostrazione dell’efficacia dell’intervento proposto, nella direzione della sostenibilità e nell’ottica della valorizzazione ambientale e culturale di questo territorio”.
Il progetto realizzato da Scarale di “rigenerazione territoriale” (premiato nell’ambito di “Eco_luoghi – 2018” (categoria ‘senior’ – linea progettuale “Rigenerazione”), bandito dal Ministero dell’ Ambiente), prevede la realizzazione di un Parco culturale nell’Area delle Cave di “Pietra di Apricena” (P.A.C.P.A.). Nella fattispecie, il PACPA prevede nove singoli progetti, collegati mediante un sistema di percorsi ciclopedonali e carrabili e costituirà un vero e proprio piano di mobilità sostenibile extraurbano, attraverso il recupero di tracciati storici e il riutilizzo di tratti dismessi della linea ferroviaria Adriatica.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Articoli sullo stesso argomento

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: