ATTUALITA' Notizie 

Gianfranco Savino nominato presidente dell’Aro 4

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

savinoIl sindaco, Gianfranco Savino, è stato eletto all’unanimità presidente dell’Aro 4. Faranno parte dell’ufficio di presidenza anche il sindaco di Apricena, Antonio Potenza e il sindaco di Serracapriola, Marco Caporeale. Della neonata associazione di Comuni che si occuperà della programmazione in materia di igiene ambientale e raccolta dei rifiuti solidi urbani, fanno parte: Torremaggiore, Lesina, San Paolo di Civitate, Apricena, Rignano Garganico, Chieuti oltre a San Severo, Apricena e Serracapriola che avranno dei rappresentanti nell’ufficio di presidenza. Mentre ha fatto sapere di non voler aderire il Comune di Castelnuovo della Daunia. Si tratta di una iniziativa importante per il territorio in vista di una gestione comune del servizio che possa contribuire ad ottenere maggiori risultati, a programmare il futuro del servizio in modo tale da chiudere la filiera del rifiuto e di provvedere a ridurre i costi del servizio per i Comuni che ne fanno parte. “La scelta – spiega il sindaco Savino -, di dare la presidenza al rappresentante del Comune di San Severo, è ricaduta non solo perché San Severo è il Comune capofila del territorio e perché è il più grande, ma anche perché quest’amministrazione ha saputo fare di questa città un esempio positivo per tutta la Regione per quanto riguarda i risultati ottenuti dalla raccolta differenziata”. Secondo il primo cittadino il tema dei rifiuti, la cui corretta gestione è fondamentale per i Comuni e per i cittadini, non può essere demandata a chi non conosce le esigenze del territorio, per questo la neonata Aro permetterà di avviare una programmazione capace di far fronte alle esigenze del territorio. “La nascita dell’Aro – continua il direttore dell’area di Staff, Enzo Lombardi –, permetterà una gestione coordinata del servizio che prelude ad una gestione più economica. C’è l’esigenza di gestire il servizio in un’ottica coordinata, perché senza coordinamento ciascuno ha maggiori costi”. L’Aro sarà anche importante per una programmazione futura del servizio e della previsione di nuovi impianti per chiudere la filiera del rifiuto. Il Comune, infatti, ha dato la sua disponibilità alla Regione già nei mesi scorsi ad ospitare un impianto per la raccolta dei rifiuti differenziati.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Articoli sullo stesso argomento

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: