Città Civile, “le attività rapinate o vittima di bombe fuori dalle agevolazioni promosse dall’Amministrazione”

| 29/03/2017, 19:09

Nazario TricaricoCittà Civile critica la decisione dell’Amministrazione Comunale di tagliare fuori dalle agevolazioni fiscale previste per usura e per estorsioni le attività commerciali colpite da rapine. “Città Civile – spiega il presidente Nazario Tricarico – ha chiesto a dicembre 2016 delle misure urgenti per aiutare quelle attività commerciali colpite da atti criminosi, in primis bombe e rapine. Abbiamo chiesto di valutare la possibilità di istituire un Fondo comunale di solidarietà vincolato chiaramente alla denuncia. L’Amministrazione comunale ha risposto con delle agevolazioni fiscali che dovrebbero essere approvate dal Consiglio comunale convocato per le prossime ore e che, per quanto ci è dato sapere, dovrebbero riguardare solo chi è vittima di usura o estorsioni. Se così dovesse essere riteniamo insufficiente questa impostazione, occorre innanzitutto che la misura venga estesa anche per altre tipologie di atti criminali, come rapine e anche attentati dinamitardi non sempre riconducibili a dinamiche estorsive in senso stretto. Oggi la criminalità locale compie tali atti anche per imporre un certo controllo sul mercato e sulle attività del territorio. Inoltre, è necessario che misure di questo tipo debbano rientrare in un protocollo operativo Comune/Forze dell’ordine, per garantire maggiore trasparenza e legittimità a queste forme di aiuto”.

Tags: , , , , , , , ,

Category: ATTUALITA', Notizie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: